00:00:00
05 Mar

Natale in carcere, a Foggia si rinnova la tradizione della vigilia con il gruppo musicale sangiovannese “Li Spruvvist”

Natale in carcere, a Foggia si rinnova la tradizione della vigilia con cappellano e volontari

Frate Eduardo Giglia: “Lasciamo un segno di speranza verso un possibile nuovo inizio, in un contesto di confronto e di dialogo”. Apprezzato l’intrattenimento musicale de “Li Spruvvist

Una nuova vigilia di solidarietà nella Casa Circondariale di Foggia. L’atmosfera natalizia ha raggiunto, ancora una volta,l’istituto penitenziario di via delle Casermette per un pomeriggio all’insegna dell’ascolto e della musica. 

“Ogni anno, il 24 dicembre – spiega il cappellano del carcere di Foggia, Frate Eduardo Giglia – raggiungiamo, insieme con i volontari, tutte le celle per portare alle persone che ci vivono la benedizione e un momento di conforto. Lasciamo un segno di speranza verso un possibile nuovo inizio, in un contesto di confronto e di dialogo. Non manca l’accompagnamento musicale per donare anche un breve momento di svago”. 

Quest’anno, il percorso del cappellano, del missionario della comunità ortodossa romena Ionut Badescu, dei volontari Luigi Talienti, Annalisa Graziano, Fabio Soldi e Flora Pistacchio è stato accompagnato dalla consegna di caramelle e dall’intrattenimento musicale de “Li Spruvvist”. Il gruppo di musica popolare e folk, composto da Antonio e Francesco Turco, Raffaele Cocomazzi e Antonio Urbano, è stato molto apprezzato dalla popolazione detenuta sia maschile che femminile.  

FONTE IL SIPONTINO.NET

Da altre categorie