00:00:00
21 Jun

SABATO 18 MARZO TORNANO LE TRADIZIONALI “FANOJE DI SAN GIUSEPPE” NEL CENTRO STORICO DI MONTE SANT’ANGELO

Musica, enogastronomia, artisti di strada e la “mostra concorso” animeranno le vie del centro storico della Città dei due Siti UNESCO , illuminate dal calore dei falò, una tradizione antica per celebrare l’arrivo della primavera. 

LE FANOJE A MONTE SANT’ANGELO – Una tradizione in onore di San Giuseppe che simboleggiava, nell’immaginario collettivo, il passaggio dalla stagione fredda a quella mite. Attraverso un rito propiziatorio e purificatore si celebrava, appunto, l’arrivo della primavera. 

Ogni rione approntava la legna per l’accensione di queste imponenti cataste costituite da tronchi d’albero, vecchi oggetti, utensili stantii e stracci logori ammassati uno sull’altro per formare delle vere e proprie pire. 

IL PROGRAMMA DI SABATO 18 MARZO 2023

  • ore 10:30 in Largo Tomba di Rotari, Piazza San Francesco, Largo Dauno e Piazza Mario di Leo, la preparazione e l’allestimento della Fanoja in presenza dei bambini delle scuole primarie; 
  • dalle ore 16:30 alle ore 19:00, nella sala convegni della Biblioteca comunale “Ciro Angelillis”, la mostra concorso “Disegna la tradizione – Le Fanoje di San Giuseppe”; 
  • Sarà possibile votare i disegni/elaborati. Ai primi tre classificati sarà consegnato un buono per l’acquisto di materiale scolastico
  • ore 19:00, accensione Fanoje | Largo Tomba di Rotari, Piazza San Francesco, Largo Dauno e Piazza Mario di Leo (in Piazza Mario di Leo,  musica e animazione a cura del Centro sociale San Michele Arcangelo)
  • dalle ore 19:00 Liu.BU , giocolieri e sputa fuoco | itinerante.
  • dalle ore 19:30 musica popolare itinerante co i gruppi:
  • Scuola di Tarantella Montemaranese – Irpinia 
  • Suonatori Vesuviani – Campania
  • Tobbiò – Monte Sant’Angelo 
  • Cantori di San Giovanni Rotondo
  • dalle ore 19:00 percorso enogastronomico | degustazione di prodotti tipici della tradizione  in Largo Tomba di Rotari, Piazza San Francesco, Largo Dauno e Piazza Mario di Leo.

Il programma de “Le Fanoje di San Giuseppe” 2023 è promosso dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo della Città di Monte Sant’Angelo in collaborazione con: Associazione Museca, Studio Uno, Asd Futsal, Accademia Calcio, Associazione un Monte di Idee, Centro sociale San Michele Arcangelo, Parrocchia “Santa Maria del Carmine”, Parrocchia San Francesco e gli Istituti comprensivi “Giovanni XXIII” e “Tancredi – Amicarelli”.

Appuntamento, quindi, a sabato 18 marzo 2023, a partire dalle ore 10:30, nel centro storico di Monte Sant’Angelo, #LaCittàdeidueSitiUNESCO

UN EVENTO DELLA TRADIZIONE E IL RACCONTO DELLO STORICO GIOVANNI TANCREDI – Lo studioso delle tradizioni popolari Giovanni Tancredi, nel suo libro intitolato “Folclore Garganico” riporta, in occasione della vigilia di San Giuseppe, un aneddoto riguardante le “fanoje” che attesta quanto grossi ed alti fossero i fuochi in oggetto (intorno ai quali si beveva e si cantava) e soprattutto con quanta trepidazione i fanciulli attendessero la sera del 18 marzo: “Aijre sere vicina chese ann’appeccete la fanoj e li vampe allongasij arrevevene a li balcune. Po ce sime scalfete e amm cantete. Ij e l’alete uagnune sime sciute pe zeppele da na summene” (“Ieri sera vicino casa mia hanno acceso la fanoja e le fiamme, lontano sieno, arrivavano ai balconi. Poi ci siamo riscaldati e abbiamo cantato. Io e gli altri fanciulli siamo andati per legna da una settimana”).

Da altre categorie