00:00:00
15 Jun

La storia della miniera di bauxite in un libro di Antonio Tedesco

Per diversi anni e fino all’inaugurazione della Casa Sollievo della Sofferenza e allo sviluppo del settore turistico, la miniera di bauxite gestita dalla Montecatini (poi Montedison) ha rappresentato l’unica grande fonte di lavoro per i cittadini di San Giovanni Rotondo ed in parte per alcuni comuni limitrofi (soprattutto Manfredonia) ed ha cambiato il volto di un territorio segnato dalla cronica arretratezza economica. Diversi minatori ci hanno lasciato memorie e racconti, soprattutto Russo, Perna e Testi, e a quasi cinquant’anni dalla chiusura del sito mineraio esce un corposo libro storico di Antonio Tedesco, Direttore scientifico della Fondazione Pietro Nenni, originario di San Giovanni Rotondo (autore, tra l’altro, di due libri sull’eccidio del 14 ottobre 1920 a San Giovanni Rotondo).

Il libro Terra Rossa, la miniera Montecatini di San Giovanni Rotondo(1936-1973), dall’autarchia al sogno della grande impresa (Arcadia Edizioni, prefazione di Daniele Stasi, 288 pag.) è il frutto di un’intensa ricerca archivistica che ha consentito ad Antonio Tedesco di fare luce su uno dei più grandi siti minerari italiani.

L’imponente attività estrattiva (il giacimento venne valutato inizialmente in 10 milioni di tonnellate), avviata dalla Montecatini nel 1937 per rispondere alle direttive autarchiche del regime e per sostenere la produzione nazionale di alluminio e quindi le guerre di Mussolini, arrivò ad impiegare nell’immediato secondo dopoguerra, considerando anche i portuali, oltre 1.000 lavoratori che estraevano quel minerale rosso che da Manfredonia veniva trasportato via nave a Porto Marghera per essere lavorato negli impianti della Montecatini. Antonio Tedesco nel libro ricostruisce in modo minuzioso tutte le fase della vita della miniera, dalle fasi esplorative alla chiusura e dedica un grande spazio, grazie a fonti inedite, alle vicende produttive e aziendali (in un quadro internazionale), agli incidenti, alla tragedia delle vittime sul lavoro, alle lotte operaie e sindacali, alle speranze di un territorio che tentò in tutti i modi di sostenere l’industrializzazione di quell’area (promessa da diversi ministri).

Il libro sarà a breve disponibile nelle principali librerie e sui book shop online e a San Giovanni Rotondo presso la Cartolibreria Steduto (Corso Umberto 1°). Antonio Tedesco, Terra Rossa, la miniera Montecatini di San Giovanni Rotondo, dall’autarchia al sogno della grande impresa, pref. Daniele Stasi, collana di Studi storici e politici della Fondazione Pietro Nenni, Arcadia Edizioni, 288 pag., 14€.

Da altre categorie