00:00:00
19 May

“EGLI VIENE” di Giovanni Scarale

Quanti canti leverà ancora

questo mio cuore terrestre

perché m’ infondi di profumo?

Egli viene. Quante parole ancora

per il tuo silenzio di luce?

Sul colle delle Grazie è gioia grande.

Splende la primavera del mandorlo

perché è l’ora del testimoniare

nell’assemblea del riconoscimento.

Egli viene. Il seme si è diffuso

come l’acqua nelle vene del mondo

al vento della gloria divina.

I suoi figli ritornano dal cielo

nei fiori che rallegrano il cammino.

Negli anfratti germoglia il desiderio

primo del concilio d’amore.

Tutta la terra narra la sua vita

nel sorriso del povero,

nella brama di chi scopre la speranza,

la gioia di donare per la gioia.

Egli viene. Ecco la sua mano

perenne a benedire, il suo passo

nel corteo immenso, la tua voce

che sfalda la durezza del negarsi.

Egli giunge, riposa nei mie

nei tuoi occhi silenzioso

come luce che sorge

dagli abissi del giorno.

Giovanni Scarale

Marzo 1983 in occasione dell’avvio del processo cognizionale per la beatificazione di Padre Pio

Da altre categorie