00:00:00
19 May

SALVATORE MARCHESANI PRESENTA: GARGANO” BORGHI FRA CIELO E TERRA”

MOSTRA PERSONALE DI PITTURA DISALVATORE MARCHESANI

GARGANO. ” BORGHI FRA CIELO E TERRA ” 11/31 AGOSTO 2021 LOCATION “LA BIRRA NEL POZZO” •Via castellano 26• Orario 20:00 /1:00

RECENSIONE Christian Mantuano .

Christian Mantuano scrive : …la ricerca espressiva e pittorica dell’artista Marchesani, iniziata con la mostra 2020: ” Gargano fra borghi e paesaggi dell’anima” trova ora uno sviluppo sia dal punto di vista tecnico che da quello prettamente “interiore” fino ad aderire a dinamiche concettuali.

Tale ricerca è svolta come un’indagine pressante . Un’esigenza quotidiana di lavoro sulle tele, volta a sradicare dalla mente: le visioni dei borghi del mare e del cielo che rappresentano lo spazio di universo in cui siamo collocati e che per pura convenzione amiamo chiamare promontorio ma che costituiscono l’impasto mirabile , il coacervo di emozioni, un caleidoscopio di vissuto e memorie che fruiamo come Gargano.

La ricerca dell’artista porta i tre elementi suddetti : mare , cielo e borghi , su di un piano di sintesi superiore, sono forgiati in un unico momento creativo, pur mantenendo le loro differenze materiali , e si ha l’impressione che il supporto , sia esso la tela o in legno , abbia già impresso , a mo’ di tavola biblica, i segni , i colori e i ritagli del quadro finale.

Tutti questi elementi sono assorbiti , con il tramite di un animo sensibile e rivelati poi, in una sintesi magistrale .Se dovessi rimarcare la prima impressione direi che Marchesani è riuscito a rendere : visivamente dinamiche strutture ferme e infinite, strutture in movimento.

Se prima gli abitati erano segnati sulla tela e ancorati alla roccia e tra i suoi muri, nelle strettoie si intravedevano chiazze di blu primario e una leggera spuma biancastra come presagio dello spazio marino ; ora, invece, questo mare occupa la maggior parte del supporto e addirittura sovrasta i tetti come fosse cielo ; una comunione fra materiale e immateriale.

Questo espediente pittorico ci regala una sensazione magnifica , ci dà la possibilità di superare i limiti della percezione visiva , abbattere la costrizione delle regole paesaggistiche e fare il nostro personale viaggio intimo e sensoriale.

La spazialità viene fagocitata dalla mente dell’artista che con sapienza e semplicità organizzativa ci lancia il messaggio: tutto è intorno a noi , tutto è dentro di noi.

Da altre categorie