00:00:00
23 Jun

S.Giovanni Rotondo, baci e abbracci tramite plexiglass: così i nonni tornano a sorridere nella Rssa Madre Teresa

Sopportare l’isolamento forzato provocato dal Covid 19 e dal lockdown per gli anziani ospiti della Rssa di San Giovanni Rotondo ora sarò più semplice, grazie alla «Stanza degli abbracci».
Nella residenza socio sanitaria Madre Teresa del comune foggiano, sono state create e messe in funzione due stanze per permettere la visita di parenti e familiari degli ospiti in totale sicurezza, con un sistema in grado di far ascoltare le voci e permettere di vedersi, rendendo concreta la possibilità di poter visitare gli ospiti e riabbracciarli.

Un abbraccio significa vicinanza e gioia e consolazione e lo sa bene chi vive quotidianamente a contatto con le persone anziane; così nella RSSA Madre Teresa ci si è tornati ad incontrare attraverso un divisorio di plastica trasparente, dotato di specifici manicotti fissi in cui infilare le braccia, per stringersi o per scambiarsi carezze.

Le postazioni allestite sono divise da barriere per garantire privacy e sicurezza, con continuo ricambio d’aria e igienizzazione degli ambienti. La stanza degli abbracci permette così agli ospiti di poter finalmente non solo vedere i propri famigliari, ma di avere con loro un contatto fisico, un abbraccio, una carezza che, come testimoniano le immagini, scalda davvero il cuore di questi nonnini. Per alcune persone che risiedono in questa struttura, infatti, è la prima possibilità dall’inizio della pandemia, dopo tanti mesi in cui non è stato possibile incontrare nessuno dei propri cari.

A sottolineare l’importanza di questo momento, le parole dell’amministratore unico della struttura, il dott. Fabio Carmelo Carfagno: “Noi non volevamo che i nostri ospiti rinunciassero agli affetti perché la solitudine in questo periodo ha rischiato di compromettere un po’ lo stato di salute generale delle persone anziane e anche la percezione che gli ospiti hanno della solitudine e della paura. Abbiamo creato quindi un ambiente dove potessero ritrovare la serenità. I nostri operatori sono vicini ai nostri ospiti e sono amorevoli nella loro assistenza e cura, però non possono sostituire la presenza dei familiari e per questo motivo l’importanza delle relazioni affettive parentali è fondamentale”.

La RSSA Madre Teresa di San Giovanni Rotondo non ha riscontrato ad oggi casi di positività ed ha completato la vaccinazione dell’intera struttura, sia ospiti che operatori, con l’esecuzione di entrambe le dosi.

 

Fonte https://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/

Da altre categorie