00:00:00
22 May

“Futura per la città di Foggia” culminerà, venerdì 12 aprile, con un concerto in piazza Cavour, con Fiorella Mannoia

I versi di Lucio Dalla in piazza Cavour, a Foggia, e un grande evento con Fiorella MannoiaPaola TurciErica Mou e Rosmy venerdì 12 aprile per celebrare il centenario dall’attivazione della Fontana del Sele, avvenuta il 21 marzo del 1924: il primo zampillo di acqua pubblica in città.

L’iniziativa, dal titolo “Futura“, è promossa dalla Regione Puglia in collaborazione con l’Acquedotto pugliese e il Comune e ha l’obiettivo di porre le istituzioni a confronto con la comunità e illustrare gli scenari del governo dell’acqua pubblica.

Una festa che, come ha spiegato il vicepresidente della Regione Puglia e assessore alle Risorse idriche, Raffaele Piemontese, diventerà «un momento popolare. Come e forse più di 100 anni fa, quando quel primo zampillo diede impulso alla modernizzazione non solo della provincia di Foggia ma di tutta la Puglia, l’acqua è il bene pubblico più avvertito come tale dalle persone di ogni condizione sociale, essendo percepita come risorsa fondamentale per distribuire benessere, per tenere in equilibrio il pezzo di pianeta che abitiamo, per innovare l’economia e per diffondere cultura della responsabilità». Secondo Piemontese, «la festa intorno alla nostra Fontana evoca il desiderio di rinascita della comunità foggiana e apre una nuova fase storica in cui, con l’approvazione il 15 marzo scorso della legge regionale, il pieno controllo dei cittadini pugliesi sull’acqua pubblica si realizza con la partecipazione, nel capitale di Acquedotto pugliese, della Regione Puglia e di tutti i Comuni pugliesi».

La Fontana del Sele, ha aggiunto la sindaca Maria Aida Episcopo, «è “il” simbolo di Foggia: non solo per quello che ha rappresentato l’arrivo dell’acqua nel nostro territorio, sia da un punto di vista economico che sociale, ma per il valore intrinseco di un monumento la cui sagoma rimanda immediatamente alla nostra città».

L’arrivo dell’acqua a Foggia, ha sottolineato la direttrice generale di Acquedotto pugliese, Francesca Portincasa, «ha infuso speranza e ha rinnovato lo spirito di una popolazione assetata anche di progresso e di nuove possibilità. Oggi, cento anni dopo, celebriamo non solo l’ingegno tecnico che ha reso possibile questa impresa, ma anche l’indomito spirito di una comunità che ha visto nell’acqua una fonte di vita, un legame che unisce passato, presente e futuro».

L’evento “Futura per la città di Foggia” culminerà, venerdì 12 aprile, con un concerto in piazza Cavour, alle 20:30, con Fiorella Mannoia, Paola Turci, Erica Mou e Rosmy che si alternano sul palco allestito dinanzi alla Fontana del Sele.

Ad accompagnare le cantanti l’Orchestra sinfonica del Conservatorio di Foggia diretta dal maestro Beppe D’Onghia, storico collaboratore del grande maestro Lucio Dalla. Presenta la serata Gino Castaldo, noto critico musicale.

Durante la giornata, inoltre, dalle 16 alle 18:30, nella villa comunale spazio ai laboratori educativi dedicati all’acqua, per bambini da 4 a 10 anni.

Da altre categorie