00:00:00
13 Jun

A San Giovanni Rotondo la presentazione del libro “Raffica di bugie a via Fani”

Aldo Moro non fu rapito in via Fani e i mandanti hanno potuto contare sul tradimento di «un giuda»,
che aveva un ruolo significativo nelle istituzioni italiane. Sono due delle più significative e
sconvolgenti conclusioni a cui conduce la lettura del libro “Raffica di bugie a via Fani”, scritto dal
generale di Divisione in pensione Piero Laporta, che verrà presentato sabato 25 novembre, alle ore
10,00, nel chiostro del Palazzo Municipale di San Giovanni Rotondo, con la presenza dell’autore.
Il volume è l’esito di una lunga, accurata e documentata attività di indagine personale, che il gen.


Laporta ha iniziato circa venti anni fa, quando fu nominato consulente della Commissione
parlamentare di inchiesta sul rapporto Mitrokin, presieduta dall’on. Paolo Guzzanti, dalla quale fu
incaricato di approfondire i retroscena dell’attentato a Giovanni Paolo II e del sequestro dell’allora
Presidente della Democrazia Cristiana, conclusosi con il suo omicidio. Dopo aver onorato il suo
impegno, riscontrando numerose piste inesplorate dalle varie inchieste (della magistratura e delle
commissioni parlamentari), l’alto ufficiale dell’Esercito ha continuato a cercare la verità sul caso
Moro, dedicandosi a tempo pieno a questa attività investigativa quando è andato in pensione.
Nato a Putignano (BA) il 2 agosto 1950, Piero Laporta ha trascorso gli anni dell’adolescenza a San
Giovanni Rotondo (FG), seguendo con la sua famiglia il padre, il maresciallo Pasquale Laporta,
divenuto comandante della Stazione dei Carabinieri del paese garganico. Conseguita la maturità, ha
frequentato l’Accademia Militare e la Scuola di Guerra. Inoltre, ha conseguito la laurea in Scienze
Strategiche presso l’Università di Torino. Il suo curriculum studiorum gli ha permesso di ricoprire
importanti incarichi nello Stato Maggiore della Difesa: capo sezione Strategia Globale, capo ufficio
Relazioni Internazionali, capo di Stato Maggiore del Centro Alti Studi della Difesa. Dal 1994 è
riuscito a coniugare gli impegni di lavoro con una consistente attività pubblicistica: ha collaborato
con numerosi giornali e riviste, italiani e non(Libero, Il Tempo, Il Giornale, Limes, World Security
Network, Italia Oggi, Corriere delle Comunicazioni, Arbiter, Il Mondo e La Verità); successivamente
ha deciso di collaborare solo con Stilum Curiae, il blog di Marco Tosatti, e ha fondato il sito
www.pierolaporta.it per il blog OltreLaNotizia; ha scritto In salita. Vita di Luciano Vinella
imprenditore pugliese di Putignano (Grafiche Vito Radio, 2014) e ha contribuito alla realizzazione
del libro di Vincenzo Mastronardi, Mass media e fango (Armando Editore, 2015).

Da altre categorie