00:00:00
15 Jul

MICROCHIP DAY: A SAN GIOVANNI ROTONDO IL 28 MAGGIO L’EVENTO PER GLI AMICI A QUATTRO ZAMPE

Si svolgerà domenica 28 maggio, in Piazza dei Martiri, dalle ore 8:30 alle 13:30, il “Microchip Day” promosso dal Comune di San Giovanni Rotondo con l’Asl Foggia e l’associazione Amici di Balto destinato agli amici a quattro zampe dei cittadini residenti a San Giovanni Rotondo. Chi parteciperà riceverà l’applicazione gratuita del microchip e l’iscrizione all’anagrafe canina per il proprio animale. 
 
«Il Comune di San Giovanni prosegue nel cammino intrapreso negli ultimi anni, questa volta attraverso un’iniziativa di sensibilizzazione e tutela della salute dell’animale. L’obbligo del microchip per i cani è un metodo efficace di lotta al randagismo sia per identificare i cani presenti sul territorio, sia per riportare in famiglia gli animali smarriti. In questi anni abbiamo posto particolare attenzione anche al loro benessere come nel caso del canile comunale, appena insediati erano 258 le presenze a fronte di una capacità massima di 58, un lavoro costante, incessante che ha permesso di far adottare più di 350 cani in 3 anni – ha spiegato il referente al randagismo per il comune di San Giovanni Rotondo, Alberto Pietroboni – Con il sostegno della sezione locale ENPA, con l’aiuto di tantissime volontarie, abbiamo posto in essere tutte quelle iniziative finalizzate al raggiungimento del benessere animale con un’attenzione anche sul fronte del soccorso di animali feriti o vaganti, se facciamo un raffronto con il passato».
 
«Quella di domenica 28 maggio sarà l’occasione per spiegare ai cittadini l’importanza di sterilizzare, unica forma al momento di contenimento del fenomeno randagismo che rappresenta una piaga diffusissima nel nostro territorio e nella nostra provincia. Una piaga che ha dei risvolti anche economici sul bilancio comunale. Questo territorio ha dato su tanti fronti dimostrazione di rilancio e slancio, su questo tema possiamo davvero essere un esempio virtuoso, ma serve collaborazione da parte di tutti i soggetti in campo, dalla polizia locale, all’asl, ai cittadini» le parole del sindaco Michele Crisetti. 
 
Per insistere su questa azione di contrasto al randagismo, da qualche giorno il comune di San Giovanni Rotondo ha stipulato una convenzione con le guardie zoofile, che daranno il loro contributo nel controllo dei microchip a partire dalle zone rurali per poi intensificare l’attività anche nel paese. 

Da altre categorie