00:00:00
13 Jun

“centonove/novantasei” l’8 marzo presenta “Rinascita. Storie di donne maltrattate”

A Foggia la presentazione del libro nato dall’esperienza delle operatrici del Consorzio Opus

L’8 marzo si celebra la “Giornata internazionale dei diritti della donna”, istituita nel 1977 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per ricordare sia le conquiste sociali, economiche e politiche, sia le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono state e sono ancora oggetto in ogni parte del mondo. Un’occasione per riflettere, confrontarsi, rinascere. Per questo, “Rinascita. Storie di donne maltrattate” sarà presentato a Foggia mercoledì 8 marzo 2023, alle ore 18.00 presso “centonove/novantasei”, la bottega in piazza Cavour n. 3 che vende prodotti etici, solidali e liberati dalle mafie. Un avamposto di cultura e sapori promosso dal consorzio di cooperative sociali Oltre, che sin dal nome vuole raccontare l’importanza e l’efficacia della legge 109/96, la normativa che consente la restituzione alla collettività delle ricchezze e dei patrimoni sottratti alle organizzazioni criminali favorendone il riutilizzo pubblico e sociale.

Fare cultura, quindi, attraverso la voce di esperienze, testimonianze, storie. Come quelle contenute nel volume Rinascita. Storie di donne maltrattate”, realizzato dal Consorzio OPUS, che con la sua consorziata F. Aporti ha gestito dal 2017 al 2022 il Centro Antiviolenza “Carmela Morlino” dell’Ambito Territoriale di Foggia. Nei cinque anni di gestione, le operatrici del Centro hanno sostenuto e aiutato tutte le utenti che si sono recate in struttura e dalle loro esperienze è nata l’idea di realizzare il libro. La pubblicazione racconta quattro storie di donne, in assoluto anonimato, che hanno voluto condividere il loro dramma, il percorso di dolore e di risalita delle loro vite e, soprattutto, di riscatto verso un futuro migliore con la consapevolezza di avercela fatta. Partendo dalle singole storie vere, sia pure “romanzate”, segue un approfondimento suddiviso in tre sezioni: sociale, psicologica e legale, curate rispettivamente dalle singole professioniste di riferimento.

Alla presentazione del volume saranno presenti: Filomena Zea, Assistente sociale – “Introduzione al fenomeno della violenza di genere: la metodologia del CAV”; Silvia Raschini, Psicologa e Psicoterapeuta – “Vorrei ma non posso? Perché le donne non denunciano”Daniela Gentile, Avvocata – “Misure di prevenzione e Contrasto alla violenza di Genere”. La violenza contro le donne può assumere diverse forme: fisica, psicologica, economica, stalking, molestie, abusi sessuali, mobbing. Di conseguenza, questapubblicazione diventa uno strumento utile ed importante, per sensibilizzare la comunità su queste tematiche e per fare conoscere ad ogni donna vittima di violenza che si aggrappa al desiderio di riscatto, libertà e indipendenza, che un’altra strada è possibile.  

Da altre categorie