00:00:00
28 Nov

In finale a Mister Italia un giovane studente di infermieristica di San Giovanni Rotondo

Non solo Covid, la comunità di San Giovanni Rotondo gioisce per una bella storia che arriva da un suo cittadino. Lui é Lorenzo Fiorentino, 20 anni e studia infermieristica.
Lorenzo é arrivato ieri in finale al concorso di Mister Italia di Claudio Marastoni che si svolge sul web.
In questo modo e in questo momento i ragazzi e le ragazze che vogliono partecipare a miss grand prix possono continuare a sperare di realizzare un sogno.

A darne notizia é Maurizio Ricci, talent scout che ha “trovato” Lorenzo e gli ha proposto di iscriversi al concorso.

“Sono un ragazzo di 20 anni (anno 1999) – dice di sè il giovane -, sono nato e abito a San Giovanni Rotondo e sono alto 185 cm. Sono uno studente di infermieristica dell’università di Foggia, con sede a Casa Sollievo della Sofferenza, l’ospedale del mio paese fondato da Padre Pio. Passo le mie giornate a studiare, fare tirocinio e dedico molto tempo alla mia famiglia. Ho la passione per il bodybuilding, sport praticato insieme ai miei amici. Oltre per l’aspetto fisico, per me la palestra è stata davvero importante soprattutto dal punto di vista caratteriale: grazie ad essa sono riuscito a far emergere qualità quali sicurezza e determinazione che prima non avevo, essendo sempre stato un ragazzo timido. Altro sport che ho sempre nel mio cuore è il calcio, attività praticata fin dall’età di 3 anni e esercitata nella scuola calcio del mio paese, arrivando a giocare campionati regionali con il ruolo di attaccante e capitano. Attualmente per questo sport mi limito a tifare la mia squadra del cuore (Inter) e a giocare con i miei amici nelle partite e nei tornei organizzati. La mia ambizione è sempre stata quella di diventare un ottimo professionista sanitario, in grado di aiutare e sostenere il prossimo nei periodi più cupi della propria vita”.

Con l’iscrizione al concorso di Mister Italia, e con il passaggio in finale, davanti a Lorenzo si è aperto un mondo. “Questo ha creato in me nuove ambizioni e nuovi sogni. So che il cammino sarà lungo e faticoso e ci vorrà molto lavoro da fare, ma spero vivamente che riuscirò a realizzare i miei sogni e a farmi conoscere dalle persone per quello che sono”, ha concluso il giovane.

In questo momento in cui dottori e in questo caso infermieri danno la vita, i giovani non rinunciano ai loro sogni. A Lorenzo in bocca al lupo per portare a casa una bella vittoria come quella di un altro giovane studente di infermieristica di Foggia, Antonio Ricciardi che l’anno scorso arrivo secondo.

FONTE LATTACCO

Da altre categorie