00:00:00
19 Apr

È partita nei giorni scorsi, nell’Unità di Neurologia della Casa Sollievo della Sofferenza, la sperimentazione del progetto “CONTACT”

Con il reclutamento di 2 pazienti è partita nei giorni scorsi, nell’Unità di Neurologia dell’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza, la sperimentazione del progetto CONTACT – finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito di Innonetwork – per realizzare una piattaforma digitale per la gestione del percorso clinico dei pazienti affetti da Sclerosi Multipla.

A casa, dopo un breve periodo di addestramento e dotati della strumentazione tecnologica necessaria collegata in rete, i 2 pazienti provvederanno da soli a misurare parametri vitali come saturazione dell’ossigeno del sangue, pressione arteriosa, temperatura corporea, frequenza cardiaca e qualità del sonno. I valori, tramite un’app installata sul telefonino, vengono inviati alla piattaforma digitale accessibile a distanza da medici e operatori sanitari coinvolti nel processo di cura.

Così saranno monitorati e assistiti da remoto anche mediante chat testuali o videochiamate con il medico che, in questo modo, potrà monitorare il grado di aderenza del paziente alle prescrizioni ed apportare le opportune modulazioni alla terapia, in base alle esigenze rilevate.

«Il paziente, inoltre, rilevando ed inviando dati, valori e misurazioni, diventa parte attiva nella gestione della cura e delle sperimentazioni cliniche – ha sottolineato Maurizio Leone, primario di Neurologia –. Tramite il costante monitoraggio di alcuni parametri biologici, con il contributo essenziale dei pazienti, potremmo modulare e migliorare il percorso di cura adattandolo alle differenti esigenze di ciascuna persona».

Fonte   Casa Sollievo della Sofferenza

Da altre categorie