00:00:00
19 May

Adotta la Rotonda 2 – Video documentario dei ragazzi del Liceo Scientifico

23 Giugno 2019
1842 Views

Articolo di Christian Palladino

Che cosa è una comunità se non l’insieme di persone, di luoghi, di opere d’arte, di storie e racconti, di relazioni. Viviamo in un tempo in cui sembra che il valore di una singola pietra, di un edificio, di un monumento è obliato dall’indifferenza generale e il nostro patrimonio artistico-culturale non è altro che un qualcosa che c’è ma che non suscita l’interesse dovuto. Molto spesso i giovani non hanno l’occasione di venire a conoscenza dei beni storici presenti nel proprio paese perché mancano occasioni di studio e di ricerca. Per sopperire a questa mancanza nasce il progetto “Adotta la Rotonda 2”.

“Adotta la Rotonda 2” è un video documentario che ha come oggetto la Chiesa Di San Giovanni Battista, “La Rotonda” situata nella Piazza di Sant’Onofrio in San Giovanni Rotondo, realizzato nell’anno scolastico 2018/2019 complessivamente da 28 alunni, selezionati tra quelli iscritti nella classe 3^A e 3^B del Liceo Scientifico e 3^A e 3^B del  Liceo  Scientifico opzione Scienze Applicate del Liceo Statale “Maria Immacolata” svolto in seno al Progetto PON “per la Scuola: Competenze ed ambienti per l’apprendimento. Programmazione 2014-20”. Modulo: “ADOTTA LA ROTONDA 2” – PON Patrimonio Culturale, Artistico e Paesaggistico “Un cammino per la tutela e lo sviluppo del territorio”.

https://www.youtube.com/watch?v=DJzaxRYX-qA

Il Progetto è nato dal convincimento che per costruire una cittadinanza piena sia fondamentale sensibilizzare gli studenti verso il patrimonio culturale, artistico e paesaggistico del proprio territorio per educarli alla sua tutela, trasmettendo loro il valore che lo stesso ha per l’intera comunità, in quanto bene comune ricco di innegabili risorse e di opportunità.

“L’obiettivo di sensibilizzare al patrimonio culturale, in particolar modo del proprio territorio in un’ottica di patrimonio diffuso, è non solo un risultato auspicabile, ma piuttosto una meta necessariamente da conseguire per una corretta governance dei beni culturali. Attraverso una gestione consapevole ed economicamente sostenibile del patrimonio culturale, e l’’educazione delle nuove generazioni ai significati che tali beni esprimono, sarebbe possibile creare valore – in senso di utilità per l’utente finale – nel lungo periodo, tale da ingenerare circoli virtuosi per l’intero territorio nel quale detti beni insistono” – Così si esprime Il Soprintendente ad interim, Dott. Luigi La Rocca, del Ministero per i beni e le attività culturali riguardo al progetto ideato e promosso dal Prof. Corrado Grifa e dalla Prof.ssa Teresa De Padova, tutor del progetto, vedendo in tali iniziative la possibilità di creare generazioni di persone attente e sensibili e generare un’ulteriore crescita culturale ed economica del territorio:

Valore immateriale, innanzitutto, per l’accrescimento culturale delle popolazioni residenti che, prima di altri soggetti, beneficerebbero di una corretta valorizzazione del patrimonio locale; ma anche valore materiale, diretto ed indiretto, per la creazione di filiere e distretti culturali capaci di avviare dinamiche di continuo accrescimento economico legate al concetto di economie marshalliane.  Pertanto, per quanto sopra esposto, la Scrivente esprime la propria soddisfazione per l’iniziativa intrapresa da questo Istituto scolastico e si augura che analoghe attività continueranno ad essere sviluppate e messe in atto nei prossimi anni”.

Il progetto “Adotta la Rotonda 2”, oltre ai ragazzi e alle ragazze del Liceo, ha visto impegnata una vera équipe specializzata che ha coinvolto, seguito e monitorato i lavori:

i responsabili del Progetto Pon sono Antonio TOSCO, dirigente Scolastico, Pia NAPOLITANO, direttore dei Servizi Generali e Amministrativi; i direttori dei lavori sono il prof. Corrado GRIFA, docente di Disegno e Storia dell’Arte, in qualità di Esperto – che ha curato anche le fasi di realizzazione del video, e la prof.ssa Teresa DE PADOVA, docente di Discipline letterarie e Latino, in qualità di Tutor; gli esperti culturali che hanno trasmesso le informazioni utili ai ragazzi e alle ragazze sono Pantaleo ABBASCIÀ, parroco della parrocchia “Sant’Onofrio anacoreta”, Matteo FIORENTINO, storico-archeologo dell’architettura, Giovanni SCARALE, direttore dei lavori di ristrutturazione e del restauro conservativo della Chiesa di San Giovanni Battista, Domenico SCARAMUZZI, docente di Ecclesiologia presso la Facoltà Teologica Pugliese, ISSR “Giovanni Paolo II” – Foggia, il videomaker per il supporto operatore e il montaggio video Antonio LALLA.

Un progetto che ha attirato anche l’attenzione di Sua Eccellenza Padre Franco Moscone, Arcivescovo di Manfredonia – Vieste – San Giovanni Rotondo, Presidente della Fondazione “Casa Sollievo della Sofferenza” e Direttore Generale della Associazione Internazionale dei “Gruppi di Preghiera di Padre Pio” che si complimenta con tutto il team per il lavoro svolto marcando l’importanza di creare un ponte tra il passato, il presente, il futuro evidenziando il gusto del bello che possa alimentare la nostra sete di sapere e di bellezza fondamentale per la costruzione della speranza nel futuro: “Che bel motto: Far quadrare la Rotonda! … sembra geometricamente impossibile, ma non è così, voi ci avete provato e ci state riuscendo: bravi! […] Permettere ai giovani di abitare il presente gustando il passato, remoto e recente, di cui esso è costituito è un’opera di giustizia, perché restituisce una visione globale della realtà, ne svela gli antefatti, ne motiva un affetto più profondo e consapevole e la apre ad un futuro di speranza. Scoprire e studiare cosa esiste attorno a noi, approfondendo ogni particolare che possa svelarne il significato più profondo, possa manifestare le convinzioni, le scelte e le emozioni di chi ha progettato, costruito, affrescato un monumento come la Rotonda, significa farsi carico delle stesse intuizioni, delle medesime emozioni, che non invecchiano mai. L’uomo quando sogna e quando fa un’esperienza che gli segna la vita prova nel suo cuore un’indicibile voglia di condividere e di rigustare il bello, ecco perché prova a fissare il tutto attraverso un affresco, una canzone, un’opera d’arte d’ogni genere!”

“Adotta La Rotonda 2” è un progetto di valorizzazione, di conoscenza del bello, delle nostre radici, del nostro presente e del nostro futuro. Un’occasione importante di ritorno allo sguardo, all’osservazione, alla curiosità verso il lavoro estenuante di chi ci ha preceduti, in quella costante ricerca della bellezza che non dovrebbe mai abbandonarci, soprattutto in questo frangente epocale in cui tutto sembra consegnato alla superficialità e alla liquidità di rapporti invisibili tra le persone e i territori non virtuali.

 

 

 

 

 

 

 

Da altre categorie