00:00:00
08 Jul

Quarta tappa campionato regionale di Endurance FISE Puglia

, S.P. 141 delle Saline,
Km 7,2, con inizio alle ore 8.00, si svolgerà la IV Tappa del Campionato Regionale Endurance della Federazione Italiana Sport Equestri (FISE).
L’endurance è una disciplina agonistica che si svolge su tracciati naturalistici e mette alla prova non tanto le doti specifiche del cavallo o l’abilità tecnica del cavaliere, quanto le capacità di entrambi di distribuire le forze.

Il cavallo e il cavaliere percorrono un itinerario prestabilito, ad una velocità concordata, in un contesto naturale. La lunghezza dei percorsi può andare dai 30-40 chilometri ai 120 o ai 160 chilometri delle competizioni che assegnano titoli assoluti a livello nazionale e internazionale. Possono esserci gare di regolarità, in cui in tempi determinati e all'interno di parametri metabolici stabiliti va coperta una certa distanza, e prove a tempo vere e proprie in cui il chilometraggio previsto dal tracciato va coperto salvaguardando sempre e comunque l'integrità del cavallo, scegliendo l'andatura più adatta al terreno e la velocità conforme all'allenamento e alla condizione fisica del cavallo.

Il tutto avviene sotto lo stretto controllo veterinario e senza alcun impatto sull’ambiente. Una delle peculiarità della disciplina è l’attenzione alla salute del cavallo. Prima del via, viene effettuata una visita preliminare per verificare l’idoneità del cavallo.
Ogni 30-35 chilometri vengono allestiti i cosiddetti “cancelli veterinari”, che sono degli stop obbligatori nel corso dei quali una commissione veterinaria visita il cavallo per stabilire se è in grado di riprendere la corsa; valutazioni che prendono in considerazione parametri fisiologico-metabolici, ma anche – attraverso delle prove di trotto – la qualità dell’andatura del cavallo.

Durante lo stop obbligatorio l’animale viene sottoposto ad un’accurata visita veterinaria in cui vengono controllati: battito cardiaco, disidratazione, colore delle mucose, movimenti intestinali,
respiro, lesioni e andatura, ovvero i parametri metabolici e meccanici che permettono di valutare se le condizioni del cavallo sono idonee per il prosieguo della competizione.

Questo avviene anche dopo l’arrivo finale, quando tutti i soggetti vengono nuovamente esaminati: vengono omologati soltanto i risultati dei cavalli che rientrano in parametri fisiologici e sanitari
prestabiliti, come per esempio la frequenza cardiaca che non deve superare i 64 battiti al minuto. Vince la gara chi riesce a condurre il cavallo sino al termine del percorso in buone condizione
fisiche.

L’endurance è quindi l’unica disciplina della FISE in cui il connubio cavallo-uomo- ambiente è imprescindibile.

 

Seguici sui nostri social

Da altre categorie