00:00:00
18 Jul

Fibromialgia: i benefici dell’approccio osteopatico

Di Davide Dragano

La sindrome fibromialgica più comunemente conosciuta con il termine di fibromialgia, è un insieme di dolore muscoloscheletrico e di affaticamento (astenia) che ad oggi in Italia colpisce circa 2 milioni di persone adulte.

È caratterizzata da dolore cronico diffuso che colpisce i muscoli (myo) e i tessuti fibrosi (fibro) come ad esempio i tendimi e i legamenti.

I principali sintomi che caratterizzano questa sindrome sono: il dolore cronico diffuso, la tensione muscolare e la rigidità dell’apparato locomotore associati spesso ad affaticamento, disturbi del sonno e dell’umore ed a disturbi gastro enterici.

Questa sindrome viene spesso confusa con altre condizioni cliniche, ma, in realtà, tale problematica è una forma di reumatismo extra articolare o dei tessuti molli che non causa deformazione delle articolazioni non facendo parte dell’artrite.

Uno studio del 2014 ha rilevato una variazione dei sintomi legata a fattori esterni come ad esempio i fattori climatici, lo stress, fattori ormonali, fattori psicologici e fattori ambientali.

Studi più o meno recenti hanno definito le linee guida per la diagnosi della fibromialgia; infatti, queste ricerche hanno evidenziato come alcuni sintomi quali: il dolore muscoloscheletrico, la presenza di tender points dolorosi alla digitopressione e la presenza di dolore di alcune aree specifiche, sono presenti in pazienti affetti da tale sindrome e non in soggetti colpiti da altre patologie reumatiche o in persone sane.

Statisticamente il sesso femminile ha più probabilità di sviluppare la fibromialgia rispetto al sesso maschile soprattutto nella fascia di età compresa fra i 25 e i 55 anni.

Nonostante l’elevato numero di italiani coinvolti, in Italia, questa sindrome non è riconosciuta come invalidante mentre in molti altri stati è la causa più frequente di pensioni di invalidità.

I risultati finali di diversi studi dimostrano che il trattamento osteopatico risulta una metodica di trattamento efficace per la fibromialgia; infatti, il trattamento basato sul riequilibrio delle funzioni del corpo apportano benefici al paziente.

Tenendo presente la variabile dei fattori esterni sopra citati, è molto importante modificare lo stile di vita: praticare attività fisica, modificare l’alimentazione e correggere le alterazioni posturali.

Seguici sui nostri social

Da altre categorie