00:00:00
20 May

2 ottobre: la festa dei nonni

La giornata dedicata ai nonni, qui in Italia, è di istituzione piuttosto recente, se confrontata con le feste della mamma o del papà. In Italia è stata istituita  nel 2005 e la data dei 2 ottobre è stata scelta non a caso: la Chiesa infatti oggi ricorda gli angeli custodi, e quali angeli – in carne e ossa – sono più amorevoli e divertenti dei nonni?

In particolare in Italia, per lunga tradizione, i nonni restano sempre molto vicini alle famiglie dei figli e molto spesso compiono quel servizio di welfare state che nel nostro Paese stenta a decollare: diventano baby-sitter, spesso anche quotidiani, per ovviare alla carenza di asili nido o all’orario ristretto delle materne, si trasformano in infermieri quando il bebè è malato e non può andare a scuola.  E oltre a questo troppo spesso – in questi tempi di crisi – si trovano a fare pure i ‘banchieri‘ e ovviano con le loro pensioni alle disavventure economiche delle famiglie dei figli.
C’è da dire che l’inizio dell’autunno è un periodo particolarmente azzeccato: i bimbi tornano a scuola e l’ingranaggio ‘assistenziale’ si rimette in funzione.

Anche l’Unicef partecipa ai festeggiamenti mobilitando oltre 1.500 volontari in oltre 400 piazze d’Italia per sostenere con varie iniziative la campagna ‘Ogni bambino è Vita’. I numeri sono agghiaccianti: 2,6 milioni di neonati ogni anno nel mondo non sopravvivono al primo mese di vita (7.000 ogni giorno) e 1 milione di piccoli muore nello stesso giorno in cui viene alla luce. Nelle diverse piazze saranno ricordati i giocattoli di una volta, i mestieri dimenticati, anche con i racconti dei nonni, con musiche, balli e altre attività. Sarà possibile acquistare  l’intramontabile Yo-Yo, la trottola, il domino classico e domino per i più piccoli.

Seguici sui nostri social

Da altre categorie