00:00:00
15 Nov

Casa Sollievo della Sofferenza tra le eccellenze italiane nella cura del tumore al colon retto

redazione
4 settembre 2018
4647 Views

Il tumore al colon retto è la neoplasia con il maggior tasso d’insorgenza all’anno: nel 2015 sono infatti stati diagnosticati più di 50 mila nuovi casi in Italia, con un rischio relativo doppio per i maschi rispetto alle femmine.

Ad oggi sono disponibili diversi trattamenti (chirurgia, radioterapia, chemioterapia e terapie ad anticorpi monoclonali) e si registrano tassi di sopravvivenza a 5 anni, con una media attorno al 50 %, che può raggiungere l’80 – 90 % in caso di diagnosi e trattamento precoce della malattia.

La prevenzione attraverso programmi di screening ripetuti dopo i 50 anni rimane quindi lo strumento più efficacie e, per questo motivo, è necessario affidarsi a centri dalla comprovata esperienza al fine di assicurarsi un corretto inquadramento della patologia e la pianificazione della terapia nei tempi corretti.

In questa direzione ThatMorning ha attivato un tavolo di confronto con gli specialisti di tutta Italia al fine di condividere criteri omogenei e quantitativi di confronto tra le varie oncologie (numero dei ricoveri e degli interventi eseguiti in un anno, outcome clinici, profili professionali dell’equipe clinica, pubblicazioni scientifiche e tecnologie impiegate).

Come risultato della ricerca, ecco una panoramica dei 20 centri altamente specializzati nella diagnosi e cura del tumore al colon-retto attivi su tutto il territorio nazionale:
• Policlinico Universitario “A. Gemelli” e Complesso Integrato Columbus – Roma: con più di 430 interventi chirurgici all’anno è risultato al primo posto nel confronto regionale e in quello nazionale per volumi di attività.
• Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana a Pisa: dove l’Unità Operativa colon rettale raggiunge il 70% d’interventi in laparoscopia per migliorare il decorso postoperatorio riducendo degenza, dolore ed incisioni.
• Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi – Firenze: specializzata in una chirurgia oncologica a indirizzo robotico, attraverso procedure chirurgiche mininvasive robotiche già standardizzate nel settore della Chirurgia Generale.
• Il Policlinico Sant’Orsola-Malpighi a Bologna: il reparto oncologico Ardizzoni è certificato dal 2009 dall’ESMO (European Society for Medical Oncology) in quanto luogo dove terapia dei tumori e cure palliative sono fortemente integrate.
• A.O.U. Citta’ Della Salute E Della Scienza di Torino: primo centro diagnostico in Italia dedicato alla Colonscopia Virtuale Cad per la diagnosi precoce dei tumori del colon retto. Recentemente l’Azienda ha firmato una convenzione con l’Istituto dei Tumori di Candiolo per gli esami di colonscopia virtuale.
IRCCS Casa Sollievo Della Sofferenza – San Giovanni Rotondo: specializzata nello studio a livello genetico e molecolare del tessuto colico normale e del tessuto colico tumorale, attraverso l’uso della tecnologia dei microchip.
• Istituto Nazionale Per Lo Studio E La Cura Dei Tumori “Fondazione Pascale”: ogni anno vengono eseguiti circa 400 interventi di chirurgia addominale maggiore comprendenti resezioni di tumori primitivi del colon, del retto (abitualmente pretrattati con radio-chemioterapia) e dell’intestino tenue; in prevalenza con approccio mininvasivo laparoscopico e robotico.
• Azienda Ospedaliera San Martino E Ist –di Genova: centro di riferimento per le lesioni precancerose dell’esofago, dello stomaco e del colon retto, ha contribuito ai trials registrativi su tutte le nuove molecole biologiche oggi disponibili per il trattamento del carcinoma del colon retto
• Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata – Verona: il Servizio di Chirurgia Endoscopica è una delle rare realtà, sia italiane che estere, che adotta la tecnica ESD (Resezione Endoscopica Sottomucosa) che permette l’asportazione in un unico pezzo dei tumori del colon e del retto.
• Azienda Ospedaliera Universitaria – Padova: inserito nella rete delle eccellenze nazionali nell’ambito dei tumori colorettali dall’Istituto Superiore di Sanità. Il 38% dei pazienti ricoverati affetti da tumore del colon ha ricevuto farmaci innovativi grazie anche alla disponibilità di numerosi trial clinici.
• AOU Consorziale – Policlinico di Bari i cui i medici hanno scoperto il metodo “Inside the Breath” per calcolare la probabilità di avere un tumore al colon retto attraverso il soffio, come per la spirometria.
• Fondazione I.R.C.C.S. Istituto Nazionale Dei Tumori – Milano: centro di riferimento nazionale ed internazionale per il trattamento chirurgico dei tumori intestinali primitivi e recidivi, con particolare riferimento agli adenocarcinomi del retto distale e le malattie oncologiche più rare.
• Azienda Policlinico Umberto I – Roma: dove nel Centro Multidisciplinare dedicato al tumore al colon si assicurano percorsi diagnostici e terapeutici integrati, innovativi e coordinati da un singolo sanitario.
• Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma: dove l’U.O. Oncologia medica studia l’utilizzo di terapie farmacologiche mirate, “terapie biologiche”, che aumentano la probabilità di successo riducendo gli effetti collaterali per il trattamento del tumore del colon.
• Istituto Europeo Di Oncologia – IEO – Milano: gli interventi per la cura chirurgica del cancro rettale con tecnica robotica hanno superato i 300 casi trattati e rappresentano una casistica monocentrica tra le più numerose al mondo.
• A.R.N.A.S. Garibaldi – Catania: nel corso del 2015 sono stati ben 2000 gli interventi chirurgici all’interno del Dipartimento oncologico del Garibaldi-Nesima, di cui 400 al colon-retto. Nel 2016 il centro è ricevuto la certificazione Iso 9001.
• Irccs Ospedale San Raffaele – Milano: è presente una specifica Disease Unit Colon Retto che si basa sulla collaborazione multidisciplinare tra chirurghi, gastroenterologici, radiologici, radioterapisti e sta maturando esperienza nel trattare anche le patologie oncologiche rare.
• Azienda Ospedaliero-Universitaria Umberto I – Ancona: la maggior parte delle patologie viene trattata tramite laparoscopia, una tecnica mininvasiva di cui questo reparto è stato uno dei precursori a livello mondiale già dall’inizio degli anni novanta.
• Azienda Ospedaliera Santa Maria Della Misericordia – Perugia: il Laboratorio di Biologia Molecolare effettua esami di diagnostica molecolare ad alto profilo specialistico. Si svolgono inoltro esami predittivi di risposta ai farmaci a bersaglio molecolare nel tumore del colon-retto avanzato.

A completamento dell’indagine, il centro studi di ThatMorning ha messo a disposizione sul suo portale DoveSalute.it la mappa completa dei centri specializzati nel trattamento dei tumore al colon retto in tutte le provincie in Italia.

Possono interressarti

La chiesa Madre di San Giovanni Rotondo oggi celebra il bicentenario dalla dedicazione a San Leonardo
Cultura e Spettacolo
289 views
Cultura e Spettacolo
289 views

La chiesa Madre di San Giovanni Rotondo oggi celebra il bicentenario dalla dedicazione a San Leonardo

redazione - 15 novembre 2018

Oggi la chiesa Madre  celebra il bicentenario dalla dedicazione a San Leonardo e l'inizio dell'anno giubilare. Programma religioso di giovedì 15/11/2018 : ore 17.30 Santo Rosario ore…

Buon compleanno, San Giovanni Rotondo
Territorio e Turismo
4303 views
Territorio e Turismo
4303 views

Buon compleanno, San Giovanni Rotondo

redazione - 14 novembre 2018

di Leonardo Fania "Nel mese di novembre 1095 il Conte normanno Enrico di Monte Sant’Angelo emise un decreto in cui per la prima volta si parla del…

A gennaio l’insediamento ufficiale di padre Franco Moscone, nuovo Arcivescovo di Manfredonia – Vieste – San Giovanni Rotondo
Territorio e Turismo
526 views
Territorio e Turismo
526 views

A gennaio l’insediamento ufficiale di padre Franco Moscone, nuovo Arcivescovo di Manfredonia – Vieste – San Giovanni Rotondo

redazione - 13 novembre 2018

Comincia il conto alla rovescia per l'ingresso ufficiale del nuovo vescovo di Manfredonia - Vieste - San Giovanni Rotondo, padre Franco Moscone. Come è ben noto, papa…

Da altre categorie