00:00:00
22 May

Michele Pirro: tanta paura ma pericolo scampato

Ci ha fatto spaventare tutti. Un terribile volo a 350 km/h che, per pochi istanti, ha fatto subito temere il peggio. Invece la pelle dura di Michele Pirro si è dimostrata tale e, dopo tanto spavento, si può dire che il peggio sia passato.

Il pilota, con la moto fuori controllo, è stato sbalzato dalla sella in modo pauroso, ha volteggiato in aria fino a cadere pesantemente sull’asfalto del Mugello e finire riverso nella ghiaia: dinamica spaventosa, ma non chiara, forse legata a problemi alle pastiglie dei freni.

Così Paolo Ciabatti, il direttore sportivo Ducati, sulla dinamica: “Pirro non ricorda alcunché dell’accaduto, ma sulle cause dell’incidente non sappiamo che dire: dobbiamo aspettare, da quanto si è visto e dalla mimica di Iannone potrebbe essersi bloccato qualcosa sulla moto”.

Questo il parere, rassicurante, del Dott. Michele Zasa: “Pirro ha subito un trauma cranico commotivo, ha perso conoscenza poi l’ha recuperata. La colonna vertebrale pare a posto come il resto della situazione neurologica. Nel 99% dei casi la perdita di memoria in queste situazioni è normale. La Tac è negativa, è tutto sotto controllo: ha solo un piccolo versamento addominale ma nulla di preoccupante. Per il resto ha una botta al polso, che non è fratturato, e una lussazione della spalla destra che è stata rimessa in sede già al Centro Medico. Passerà la notte in ospedale e poi saranno valutate le sue eventuali dimissioni”.

 

Seguici sui nostri social

Da altre categorie