00:00:00
18 Jul

La Leggenda dell’Apparizione della Madonna di Cristo a Rignano Garganico

Di Antonio Del Vecchio 

Il popolo di Rignano Garganico da oltre un millennio è legato alla leggenda e alla devozione della Madonna di Cristo, che si commemora ogni anno il martedì in albis, ovvero il martedì dopo Pasqua nella Cappella Rurale a lei dedicata.

La struttura è ubicata a circa 100 metri sul livello del mare prospiciente la Piana del Tavoliere. L’apparizione, così come ci racconta lo scrittore ottocentesco Giulio Ricci, risalirebbe all’anno Mille d.C., in quanto il luogo di culto esisteva già nel 1176.

Da allora i Rignanesi e i devoti della Madonna conducono la statua a spalle e a piedi lungo una antichissimo tratturo ancora intatto e solcato probabilmente da migliaia e miglia di uomini e donne che hanno abitato o amato il più piccolo comune del Parco Nazionale del Gargano.

Contesto Storico e Leggendario.

La cappella della Madonna di Cristo, situata ai piedi di Rignano Garganico, è menzionata nelle fonti storiche già nel 1176 come possedimento dell’antica Abbazia benedettina di S. Giovanni in Lamis, oggi noto come Convento di San Matteo. Tuttavia, le circostanze esatte dell’apparizione della Madonna rimangono avvolte nel mistero e sono state tramandate principalmente attraverso la tradizione orale e alcuni resoconti scritti.

Il Racconto di Giulio Ricci.

Il romanzo “Rosedda” di Giulio Ricci, pubblicato nel 1889 e ristampato nel 2001, racconta l’apparizione della Madonna a un’orfana di Rignano Garganico. Ecco una sintesi del racconto:

Riassunto del Racconto.

Una giovane orfana, bella e delicata, si guadagnava da vivere raccogliendo frasche secche ogni mattina e vendendole per otto soldi. Un giorno, il secondo dopo Pasqua, la ragazza si trovò nel bosco intorno alle 23:00. Qui, incontrò una donna bellissima vestita di bianco, circondata da un nimbo di gelsomini. La donna chiese all’orfana cosa stesse facendo a quell’ora e, appresa la sua storia, trasformò i fiori dei cespugli circostanti in pane.

La donna si rivelò come la Madonna di Cristo e legò tre nastri di diversi colori (bianco, rosso e verde) intorno alle dita della ragazza, simboli di tre grandi processioni che avrebbe voluto. Poi, scomparve lasciando la ragazza piena di meraviglia e gratitudine.

L’orfana raccontò l’evento al parroco, don Giovannantonio, ma la Madonna non apparve durante la processione successiva. Dopo tre mesi, la ragazza fu trovata morta dietro le porte della parrocchia, circondata da rose e giacinti freschi.

Il Seguito della Leggenda.

Dopo la morte dell’orfana, il parroco predicò che la Madonna desiderava una casa nel luogo dell’apparizione. Una folla di fedeli, provenienti da diverse località, discese la montagna per pregare nel luogo dell’apparizione. Questo evento diede origine alla costruzione di una chiesetta e di una caverna vicina, dove si ritiene che la Madonna sia apparsa nuovamente.

Questa leggenda combina elementi storici e mitologici, offrendo un affascinante intreccio di fede e tradizione popolare. La storia continua a essere raccontata e celebrata nella comunità locale, testimonianza della profonda devozione e del legame culturale con la figura della Madonna di Cristo a Rignano Garganico.

Da altre categorie