00:00:00
24 Jun

FR. ANTONIO SCARAMUZZI FESTEGGIA IL 25. MO DI VITA RELIGIOSA

Di T.S.

fonte https://futuromolise.com/

Un anniversario importante e il frate che lo festeggerà, Fr. Antonio Scaramuzzi, 44enne della famiglia monastica cappuccini di S. Angelo e S. P. Pio, ossia di Puglie e Molise, lo farà in tutta devozione e nel nome del Santo dalle Stimmate, San P. Pio, al cui esempio di uomo e sacerdote il 44enne Fr. Antonio è tantissimo devoto. Di quale anniversario trattasi ? Del 25.mo di vita religiosa di Fr. Scaramuzzi ed il frate, oggi a San Giovanni Rotondo dopo essere stato in diversi Conventi della Provincia Monastica Meridionale tra cui Morcone, Venafro e tant’altri, lo festeggerà in piena fede, pregando assieme alle tante persone che gli sono vicine. Il clou della ricorrenza di mercoledì 13 dicembre sarà rappresentato dalla solenne celebrazione delle h 16,30 nella Chiesa di Santa Maria delle Grazie a San Giovanni Rotondo, luogo di culto dove celebrava di solito P. Pio e dove il Santo del Gargano disse la sua ultima S. Messa. Il rito, presieduto dal Padre Provinciale della Provincia Monastica di Puglie e Molise, Fr. Francesco Di Leo unitamente al Vescovo di San Giovanni Rotondo, P. Franco Moscone, sarà preceduto alle h 15.00 dalla recita della particolare preghiera della Coroncina alla Divina Misericordia e dal S. Rosario per la pace nel mondo. Particolarmente attesi nella circostanza i canti dei Fratelli Bramante, rinomati per le loro melodie nel corso delle celebrazione religiose. Sulla prossima sua ricorrenza la testimonianza di Fr. Antonio Scaramuzzi : “Ringrazio i frati che mi concederanno di celebrare il mio 25.mo anniversario di vita religiosa -afferma il 44enne originario di San Giovanni Rotondo- e i laici che vi prenderanno parte. Così come esprimo gratitudine alle comunità dei luoghi che mi hanno ospitato, mostrandomi affetto, vicinanza e devozione. In particolare ricordo i riti presso la Basilica di Venafro per l’accoglienza della reliquia di San Francesco, le processioni venafrane a  cui ho partecipato e gl’intensi momenti personali di fede e preghiera mentr’ero nella celletta che ospitò l’allora 24enne P. Pio a Venafro nel 1911”. La conclusione del 44enne frate : “Sarò quanto prima a Venafro per confermare la personale devozione verso i Santi Martiri Nicandro, Marciano e Daria, per pregare e per incontrare quanti vorranno. Intanto da lontano benedico tutti per il bene mostrato verso la mia umile persona “.

Da altre categorie