00:00:00
16 Apr

Il bilancio della campagna di prevenzione dei tumori testa-collo dell’Unità di Chirurgia Maxillo-Facciale Otorinolaringoiatria dell’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza 

Il bilancio della campagna di prevenzione dei tumori testa-collo dell’Unità di Chirurgia Maxillo-Facciale Otorinolaringoiatria dell’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza 


Sono stati 118 i pazienti che hanno usufruito, nella settima dal 18 al 22 settembre, delle visite di controllo gratuite della campagna di prevenzione dei tumori testa-collo “Make Sense Campaign”, promossa in Italia dall’Associazione Italiana di Oncologia Cervico-Cefalica (AIOCC) e organizzata presso l’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza dall’Unità di Chirurgia Maxillo-Facciale Otorinolaringoiatria.

«Di questi 118 pazienti, 11 sono stati rimandati ad ulteriori accertamenti, 3 con lesioni precancerose – ha sottolineato Teodoro Aragona, medico dell’Unità di Chirurgia Maxillo Facciale Otorinolaringoiatria dell’Ospedale di San Giovanni Rotondo e referente del progetto –. Le campagne di prevenzione hanno proprio questo scopo, informare i pazienti sui fattori di rischio, sui sintomi e favorire diagnosi precoci che si traducono in trattamenti tempestivi con alte probabilità di risoluzione della malattia, nel lungo periodo».

L’Unità operativa complessa di Chirurgia Maxillo-facciale e Otorinolaringoiatria di San Giovanni Rotondo, da diversi anni centro di riferimento per la diagnosi e la cura dei tumori del distretto testa collo, lavora in team multidisciplinare per la gestione diagnostico-terapeutica dei pazienti con il coinvolgimento e la collaborazione delle Unità di Oncologia, Radioterapia, Anatomia Patologica, Radiologia, Medicina Nucleare e Anestesia e Rianimazione II.

Medici ed infermieri della Chirurgia Maxillo Facciale-Otorinolaringoiatria assieme ai colleghi dell’Anestesia e Rianimazione II

«Disponiamo delle più moderne tecnologie diagnostico-terapeutiche per la gestione di queste patologie complesse – ha sottolineato Lazzaro Cassano, medico responsabile dell’Unità di Chirurgia Maxillo Facciale Otorinolaringoiatria dell’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza –. Da diversi anni utilizziamo sistemi di endoscopia diagnostica ad alta definizione, chirurgia laringea con laser a CO2 per i tumori della laringe nella fase iniziale e robot chirurgico Da Vinci per alcuni tumori dell’orofaringe e della laringe. Siamo anche in grado di intervenire con varie soluzioni chirurgiche per le varie sottosedi di tumori del testa-collo, come i tumori laringei (cordectomie, laringectomie parziali ricostruttive, laringectomie totali con recupero vocale mediante protesi fonatoria), i tumori del cavo orale (asportazioni complete del tumore con successiva chirurgia ricostruttiva con lembi liberi vascolarizzati) e i tumori nasali mediante chirurgia endoscopica. Competenza, esperienza, uso di tecnologie e metodiche innovative – ha concluso il primario – che si riflettono anche nei numeri. Da gennaio a settembre sono stati già trattati 133 casi di pazienti con tumori del distretto testa-collo, provenienti dalla Puglia e dalle regioni limitrofe».

FONTE OPERAPADREPIO

Da altre categorie