00:00:00
05 Jul

San Giovanni Rotondo: convegno sulla memoria degli apprendimenti nella scuola primaria

Si è svolto, nella residenza del chiostro comunale Francesco Paolo Fiorentino di San Giovanni Rotondo, il convegno organizzato dal locale Consultorio Familiare, avente come argomento il potenziamento della memoria e degli apprendimenti nella scuola primaria , inteso come intervento di prevenzione primaria per contrastare il disagio infantile, adolescenziale, abuso, maltrattamento e disaffezione scolastica. Il convegno dal titolo “Mi Ricordo.

In Mente” ha visto come relatori: il dottor B. Colavita, dirigente psicologo dei consultori distrettuali della ASL di Foggia, il dottor B. Fiorentino, dirigente psicologo responsabile del consultorio di San Giovanni Rotondo e libero professionista, coadiuvato dalle dottoresse A. De Rita e A. Melchiorre , psicologhe in formazione presso il locale Consultorio, e dalla dottoressa A. Settanni, dirigente psicologa dell’ Integrazione Scolastica del nostro ambito territoriale. Il dottor Colavita ha illustrato le principali attività di prevenzione, di cui si occupa il consultorio e l’organizzazione generale di questo servizio territoriale, che assicura prestazioni gratuite per tutta la popolazione relativamente ai propri interventi specifici del servizio, mentre il dottor Fiorentino, unitamente alle dottoresse tirocinanti su citate hanno esposto il progetto, rivolto alle scuole, sottolineando gli aspetti del consolidamento della memoria e della funzione positiva dell’elaborazione offline, che avviene quando il cervello è a riposo.

L’idea di base è che abbassando il bombardamento di stimoli di apprendimento, a cui i ragazzi sono sottoposti, affiancati da momenti importanti di riposo (situazione offline), attraverso tecniche di mindfulness e di inclusione scolastica si possano potenziare e migliorare le fondamentali funzioni cognitive come l’apprendimento a lungo termine e la memoria.

La dottoressa Settanni, infatti, ha parlato di mindfulness come strategia di aiuto per i ragazzi nella loro esperienza curriculare. Il dottor Fiorentino ha, inoltre, posto l’accento sull’importanza del riposo, sottolineando il ruolo fondamentale delle emozioni e del loro potenziamento, in quanto la tecnologia odierna, al posto di essere al servizio dell’uomo, del suo ambiente, ne diventa purtroppo il suo legame e rifacendosi al professor Galimberti ne ha evidenziato i rischi (sociali, lavorativi etc.) per le future generazioni. Interessante è stato anche l’intervento del sindaco professor M. Crisetti e della vicesindaco M. Patrizio, che hanno colto gli aspetti educativi, che calati nella nostra realtà potrebbero abbassare il disagio e la disaffezione verso la scuola, che invece dovrebbe essere a pieno regime un luogo di piacere.

Dottor. Lio Fiorentino

Da altre categorie