00:00:00
05 Jul

INAUGURATO IL CENTRO SOCIO EDUCATIVO PER MINORI “TONIA SIENA

È stato inaugurato, nella storica struttura di Piazza De Mattias il centro socio educativo diurno per minori intitolato a “Tonia Siena”, insegnante prematuramente scomparsa l’8 novembre del 2014, dopo una lunga e dolorosa battaglia contro il cancro.

La scelta di intitolare a lei il centro nasce dalla volontà di ricordare la sua intera vita dedicata agli alunni a cui ha insegnato per 14 anni. Il mondo dei bambini ha rappresentato da sempre la sua passione più grande, verso cui ha indirizzato tutte le sue energie e le sue forze. Tonia, anche nel momento più difficile della sua vita, durante i lunghi cicli di chemioterapia, non ha mai abbandonato i suoi bambini e non è mai venuta meno a quella missione educativa a cui è rimasta fedele fino all’ultimo.

«Fin dal nostro insediamento, come amministrazione abbiamo voluto fortemente che questi locali prendessero vita, attraverso l’attivazione di un servizio finalizzato alla tutela e alla prevenzione dei minori – le parole della vicesindaco e assessore alle Politiche Sociali Mariapia PatrizioOggi sono doppiamente emozionata: non solo perché immagino queste stanze pullulanti di bambini, ragazzi, impegnati in laboratori, attività ludiche, artistiche, culturali e didattiche, ma anche perché porto nel cuore la nostra amata Tonia, un angelo sulla terra, che ha dedicato la sua intera vita al mondo dell’infanzia. Mai nessuno di noi la dimenticherà».

«L’apertura di questo centro oggi rappresenta un obiettivo centrale e importantissimo per il territorio, un tassello cardine per la realizzazione di quella rete di servizi che ogni amministrazione ha il dovere di creare – ha commentato il sindaco Michele Crisetti – E in questa occasione così bella, in questo momento di gioia, il nostro pensiero voladiritto fino al cielo per raggiungere Tonia Siena e Rita Vergura, insegnante che ci ha prematuramente lasciato qualche giorno fa. Persone del loro spessore morale, etico e propriamente umano resteranno in eterno».

Presenti all’evento, oltre alla cooperativa “Le radici e le ali” nella persona di Angelo Bonfitto, il consorzio Aranea con Vincenzo Pacentra e il Servizio Sociale Professionale del comune di San Giovanni Rotondo, la mamma di Tonia, Filomena Impagliatelli, e l’assessore al Welfare della Regione Puglia, Rosa Barone: «Figure come quelle di Tonia e Rita non muoiono mai. Dobbiamo seminare e far sì che tutto quello che diamo agli altri possa essere fertile per rimanere e moltiplicarsi, come ogni cosa che hanno fatto queste due grandi donne».

Da altre categorie