00:00:00
28 Nov

Chopin e Debussy per l’ultimo appuntamento della Rassegna InConcerto

Il pianista macedone Emil Ribarski reinterpreta due tra i più grandi compositori di musica classica

Le chitarra del Duo Riga, le percussioni, il sax, il clarinetto e la voce del quartetto Serfardida, la sensuale e travolgente danza flamenca di Lara Ribichini accompagnata dalla chitarra di Carlos Pinana e dalle percussioni di Paolo Monaldi, e ancora le note classiche del pianista austriaco Robert Lehrbaumer o il talento italiano del piano a quattromani di Maria Corapi e Helga Pisapia.

Questi sono solo alcuni degli artisti che hanno contribuito a dare prestigio e rendere anche quest’anno davvero internazionale la XVII edizione della Rassegna Musicale InConcerto, ideata e curata dal Maestro Luciano Pompilio.

Con un pizzico di orgoglio” dichiara il direttore artistico, il M. Pompilio “posso affermare che la Rassegna Musicale Internazionale InConcerto è diventata negli anni un appuntamento atteso e sperato non solo da coloro i quali la seguono ormai da diverse edizioni, ma anche da chi apprezza il diffondersi della cultura sotto qualsiasi forma. Ascoltare musica dal vivo fa bene al cuore e alla mente, significa condividere la vitalità di un’esperienza con quanti credono in questo progetto, spronandomi anno dopo anno a dare sempre il meglio per questa e per le edizioni che verranno”.

Sono certamente parole di orgoglio e soddisfazione quelle del M. Pompilio che, anche in questa edizione, ha saputo scegliere con professionalità e passione artisti di assoluto e rinomato talento.

Una condizione non scontata se pensiamo che questa è stata la prima edizione dopo il lungo e assordante silenzio dovuto alle restrizioni della pandemia.

Ma è bastato poco per rimettere insieme la macchina organizzativa e partire con quello che è stato un cartellone artistico degno delle più importanti manifestazioni musicali italiane ed estere.

In scenari da sogno, come quello della Masseria Calderoso, si è assistito a concerti che hanno trascinato il pubblico in un viaggio sonoro ed emotivo come solo le grandi esibizioni dal vivo sanno regalare.

Dalle note classiche di un pianoforte, a quelle più movimentate della musica gitana, passando per melodie contemporanee come le colonne sonore di grandi capolavori cinematografici, la Rassegna InConcerto ha ancora una volta affermato il suo carattere versatile volto ad abbracciare qualsiasi tipologia di pubblico che, ad ogni appuntamento, si è rivelato colto ed attento nel cogliere la bellezza dello spettacolo offerto.

Esperienze musicali” continua il M. Pompilio “rese possibili anche grazie a coloro i quali la supportano da sempre e ai quali vanno i miei più sentiti riconoscimenti, un grazie particolare alla Regione Puglia, il ministero dei beni culturali all’amministrazione comunale, a Casa Sollievo della Sofferenza, nonché al contributo di tutti gli sponsor. Ringrazio perciò le aziende Hospital Consulting, Medhos, Texa, Conad, Grafiche Caputo, Officina Tributaria, Ottica Biancofiore, Hotel Abete, Hotel Villa San Pietro, Antica Trattoria”.

Appuntamento pertanto con l’ultimo concerto, in programma domenica 21 novembre presso la Sala Convegni del Centro di Accoglienza Santa Maria delle Grazie, che vedrà come assoluto protagonista il giovane pianista macedone Emil Ribarski.

Nella serata di domenica eseguirà un programma classico nel senso più puro del termine, riproponendo sonate per pianoforte di due tra i più importanti compositori al mondo, ovvero Claude Debussy  e Frederic Chopin.

Un finale certamente degno di quello che è stato un anno artistico ricco di bellezza e di soddisfazione che vi dà appuntamento alla prossima stagione con un nuovo ed emozionante viaggio tra note, sinfonie e bella musica.

Si ricorda che il concerto di domenica si terrà nel pieno rispetto delle norme anti Covid19 e che l’accesso in sala sarà possibile solo se in possesso di Green Pass.

Ingresso ore 20.00, inizio concerto ore 20.30

Contributo per singolo concerto: 7 euro

Da altre categorie