00:00:00
23 Jun

Michele Pirro ha conquistato la quarta vittoria su quattro gare consolidando la leadership di campionato

Ci hanno pensato alcune gocce di pioggia a rendere esaltante la seconda gara del CIV Superbike al Misano World Circuit Marco Simoncelli. Posticipata la partenza di una decina di minuti, malgrado le non perfette condizioni dell’asfalto (tuttavia tutto il gruppo ha opzionato le Pirelli slick), a trionfare è stato nuovamente Michele Pirro. Alla quarta vittoria stagionale su altrettante manche disputate, complice la caduta del diretto rivale Luca Vitali, il tester Ducati ha rafforzato ulteriormente la propria leadership di campionato a quota 100, punteggio pieno. Sul podio anche Alessandro Delbianco e Lorenzo Gabellini.

Dominatore indiscusso al termine del round di apertura all’Autodromo del Mugello, a dispetto di uno start non propriamente eccezionale dalla casella numero due dello schieramento, nell’arco di una manciata di passaggi il portacolori Barni Racing Team ha rimontato sino al vertice della classifica. Tutt’uno in sella alla Panigale V4-R, ha saputo difendersi in modo egregio dai numerosi attacchi di Alessandro Delbianco e gestire alla perfezione gli pneumatici, centrando l’ennesima doppietta, la quarta affermazione consecutiva (non accadeva dal 2019..) nonché la 44esima in carriera nel contesto della top class. Un ruolino di marcia impressionante, un ottimo biglietto da visita in attesa della wild card in MotoGP tra un paio di settimane in terra toscana.

Sulla stessa falsariga di quanto accaduto ieri pomeriggio, al già citato Alessandro Delbianco non è riuscito portare a casa il tanto sperato successo. Scattato bene dalla pole position, dopo aver comandato le operazioni nelle concitate fasi iniziali, il baluardo DMR Racing si è visto infilare al sesto dei 16 giri in programma. Pur provando a controbattere (vedi il tentativo al Carro, ma Pirro ha risposto poco dopo) restando incollato agli scarichi della quattro cilindri di Borgo Panigale, nel finale l’originario di Rimini ha accusato un problema tecnico sulla propria CBR 1000 RR-R che lo ha costretto a rallentera vistosamente e concludere al secondo posto.

In terza posizione un positivo Lorenzo Gabellini (Althea Racing), nel medesimo teatro dove nel 2020 conquistò il primo podio nella Superbike tricolore e bravo a massimizzare gli errori altrui. Alle sue spalle Lorenzo Zanetti (Broncos Racing Team), per buona parte della gara davanti alla Fireblade del Campione 2019 CIV SS600, salvo poi andare in crisi a pochi chilometri dal traguardo. Se in quinta posizione si è piazzato Gabriele Ruiu sulla M1000RR del BMax Racing Team, il clamoroso colpo di scena è giunto alla quinta tornata: nella manovra di sorpasso, Luca Vitali si è toccato con Leandro Mercado quel tanto che basta per finire a terra. L’alfiere Scuderia Improve by Tenjob, adesso a -41 (!!) in classifica da Pirro, è comunque ripartito tagliando il traguardo al nono posto.

In sesta posizione Ayrton Badovini (Cherry Box24 Guandalini Racing), a precedere le due RSV4 del Team Nuova M2 Racing di Riccardo Russo e Alex Bernardi. Peggio è andata al team-mate Flavio Ferroni, vittima di una scivolata insieme a ‘Tati’ Mercado (a tratti in seconda posizione) alla Quercia. Discorso analogo per Agostino Santoro (Broncos Racing Team), mentre si è dovuto ritirare anzitempo Michael Canducci (Penta Motorsport).

I protagonisti del CIV Superbike torneranno in pista all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, sede del terzo atto della stagione 2021, il week-end del 3-4 luglio prossimi.

La classifica piloti: Michele Pirro 100 punti, Luca Vitali 59, Alessandro Delbianco 50.

Fonte https://www.gpone.com/

Da altre categorie