00:00:00
27 Jul

Napoli: che show!!… male le milanesi

Di Danny Latiano


Si è appena conclusa la 32esima giornata di Serie A. Vediamo nel dettaglio le singole partite:

HELLAS VERONA – FIORENTINA = 1-2

La trentaduesima giornata di Serie A si apre con la vittoria della Fiorentina 2-1
contro l’Hellas Verona. La partita si sblocca con un calcio di rigore trasformato da
Vlahovic, dopo una ingenuità di Barak ai danni di Bonaventura. Nella ripresa gli
uomini di Iachini mettono il sigillo sul match grazie al gol di Martin Càceres, non
basta la rete di Salcedo per strappare un pareggio. Dopo due sconfitte di fila, i
toscani tornano a vincere e ottengono 3 punti fondamentali in ottica salvezza
posizionandosi al tredicesimo posto. Gli uomini di Juric rimangono a metà classifica.

MILAN – SASSUOLO = 1-2

Vittoria in rimonta del Sassuolo che batte il Milan 2-1. Nel primo tempo un tiro a
giro perfetto di Calhanoglu porta in vantaggio i rossoneri. Nella ripresa è Giacomo
Raspadori che decide le sorti del match siglando la sua prima doppietta in Serie A,
regalando di fatto la vittoria alla squadra di De Zerbi. Dopo la vittoria casalinga
contro la Fiorentina, i neroverdi vincono a San Siro classificandosi all’ottavo posto.

GENOA – BENEVENTO = 2-2

Match pirotecnico nei primi venti minuti di gioco con 4 reti al Ferraris. Il Benevento
apre le danze con Viola dal dischetto e con il gol di Lapadula. Risposta immediata da
un Pandev scatenato che con la doppietta siglata, raggiunge quota 100 gol in Serie
A. Nella ripresa il ritmo di gioco cala, col il Genoa che spinge ma senza concludere. I
padroni di casa si posizionano al quartordicesimo posto, mentre i campani scendono
nelle zone calde della classifica.

UDINESE – CAGLIARI = 0-1

Allo Stadio Friuli finisce con la vittoria del Cagliari 0-1 contro l’Udinese. La dedice
Joao Pedro su rigore, i padroni di casa reagiscono con Nestorosvki che coglie una
traversa e sbaglia clamorosamente da due passi divorandosi il pareggio. Dopo la
vittoria contro il Crotone, gli uomini di Gotti perdono in casa contro il Cagliari si
classificano al dodicesimo posto. I sardi riaprono la pista salvezza, dopo la vittoria
strappata nei minuti finali contro il Parma, vincono su misura e si portano a -3 dal
Benevento.

SPEZIA – INTER = 1-1

Dopo il pareggio contro il Napoli, gli uomini di Conte scivolano allo Stadio Alberto
Picco di La Spezia. Nel primo tempo, i padroni di casa vanno in vantaggio con Diego
Farias, non si fa attendere la risposta dell’Inter che pareggia con Ivan Perisic. Nella
ripresa, i nerazzurri aumentano d’ intensità ma la difesa diretta da Provedel riesce a
respingere gli attacchi avversari, ma devono fare i conti con la sfortuna di Lautaro
Martinez che coglie due legni. Dopo questo pareggio, l’Inter sale a +10 dal Milan
rimanendo al primo posto mentre lo Spezia conquista un punto fondamentale in
ottica salvezza posizionandosi al quindicesimo posto.

JUVENTUS – PARMA = 3-1

La Juventus vince battendo per 3-1 il Parma. Dopo esser andati in svantaggio con il
gol su punizione di Brugman, i bianconeri rimontano contro una doppietta di Alex
Sandro e con il gol di De Ligt. Gli uomini di Pirlo rimangono al quarto posto a -1 dal
Milan. Ormai difficile la salvezza da parte del Parma che rimane al penultimo posto a
-8 dal Cagliari.

CROTONE – SAMPDORIA = 0-1

Vittoria su misura della Samp che batte 1-0 il Crotone. La partita viene decisa dal
solito bomber, Fabio Quagliarella che regala tre punti agli uomini di Claudio Ranieri.
Dopo sei sconfitte consecutive, è ormai certa la retrocessione per la squadra
calabrese mentre i blu cerchiati si classificano al nono posto.


BOLOGNA – TORINO = 1-1

Finisce in parità tra il Bologna e il Torino. Nel primo tempo apre le danze Musa
Barrow con l’assist di Soriano. Nella ripresa, i Granada la pareggiano con un eurogol
di Mandragora sotto l’incrocio, strappando un punto fondamentale per allontanarsi
dalle zone calde della classifica.

ROMA – ATALANTA = 1-1

La dea interrompe la sua marcia a Roma. Dopo una splendida azione costruita da
Zapata, Gosens sforna l’assist per Malinosvki che porta in vantaggio l’Atalanta. Nella
ripresa, l’espulsione di Gosens diventa un fattore chiave per i giallorossi che
pareggiano con un gran gol dalla distanza con Cristante. Occasione clanorasa per
Luis Muriel che divora il possibile 2-1 . Punto importante per i nerazzurri che si
portano al secondo posto mentre gli uomini di Fonseca si classificano al settimo
posto.

NAPOLI – LAZIO = 5-2

Goleada allo Stadio Diego Armando Maradona di Napoli. Gli uomini di Gattuso
asfaltano la Lazio ben 5-2. Nei primi 45 minuti, i padroni di casa vanno in vantaggio
con Insigne dal dischetto e Matteo Politano. Nella ripresa il match si accende, il
Napoli si porta sul 4-0 grazie all’ottima prestazione di tutto il reparto offensivo. Gli
uomini di Inzaghi accorciano le distanze con Immobile e Milinkovic- Savic ma nulla
da fare. I partenopei rimangono al quinto posto a -2 dalla Juventus.

Da altre categorie