00:00:00
08 Mar

Il Sangiovannese Michelangelo Nardella in prima linea per i diritti dei disabili

redazione
15 Febbraio 2021
1470 Views

Il Sangiovannese Michelangelo Nardella in prima linea per i diritti dei disabili

DISABILI ATTIVI INCONTRA L’ASSESSORE AL WELFARE DELLA REGIONE PUGLIA, ROSA BARONE

Venerdì 12 febbraio, alle 17.30, alcuni soci dell’Associazione “Disabili Attivi”, presso la propria sede a Taranto, in Via Bari 10/d, hanno incontrato l’Assessore al Welfare della Regione Puglia, Rosa Barone, accompagnata dal consigliere regionale Marco Galante.

Durante questo incontro sono state esposte alcune difficoltà che riscontrano le persone con disabilità e le possibili soluzioni ad esse, che possono essere attuate nella nostra Regione, attraverso l’Assessorato al Welfare:

  • una disomogeneità dell’attuazione e nell’interpretazione dei P.E.B.A. (Piani di Eliminazione delle Barriere Architettoniche), tra i vari Comuni della Regione, che necessita di linee guida regionali a cui i Comuni si devono attenere;
  • incentivare l’inclusione lavorativa delle persone con disabilità, utilizzando dei fondi esistenti, favorendo l’imprenditorialità delle persone disabili ( prestiti d’onore, di cui una parte a fondo perduto);
  • l’erogazione degli ausili necessita di una riforma omogenea per tutto il territorio regionale, al fine di dare la possibilità alle persone con disabilità di poter scegliere gli ausili più a loro confacenti per svolgere le loro attività quotidiane e non adattarsi ad ausili che gli vengono erogati per abbassare i costi per le ASL competenti solo per scopi di risparmio;
  • ampliare l’utenza ai Progetti di Vita Indipendente, eliminando la difficoltà nella gestione del progetto, dovuto al fatto che le somme destinate vengono erogate dopo che i destinatari abbiano sostenuto le spese, la soluzione sarebbe quella adottata in altre Regioni dell’Italia, le quali affidano la somma complessiva ai destinatari, i quali rendicontano periodicamente le spese effettuate, in questa maniera si attuerebbe in pieno l’obiettivo della Vita Indipendente;
  • facilitare la mobilità delle persone con disabilità all’interno della Regione, concedendo agli stessi una tessera annuale per l’uso gratuito dei trasporti pubblici locali e regionali (treni e bus);
  • la nomina del nuovo Garante regionale delle persone con disabilità, dopo la scomparsa del Dott. Giuseppe Tulipani, occorsa il 28.03.2020, un ruolo di supporto alle persone disabili e delle Associazioni di categoria;
  • favorire la partecipazione ai lavori delle Commissioni regionali a quelle Associazioni che propongono soluzioni alle vari problematiche insite nella disabilità;
  • istituire il registro Regionale delle persone con disabilità gravissima, con una valutazione secondo il DM FNA 2016 sulla Non Autosufficienza e relativo Piano per la Non Autosufficienza 2019, con la quale si riconosce un beneficio economico mensile vita natural durante, ai disabili gravissimi inseriti nel registro regionale, di un importo non inferiore a 1.000,00 euro.

Inoltre, abbiamo messo a conoscenza l’Assessore che abbiamo presentato due proposte alla III Commissione regionale (Assistenza sanitaria, servizi sociali), condivise con altre Associazioni della Regione Puglia, di cui attendiamo la loro approvazione.

La prima è una modifica alle linee guida legiferate dalla Regione Puglia il 29.11.2018, riguardo i requisiti richiesti ai Comuni che accedono ai contributi messi a disposizione dalla stessa Regione per rendere accessibili le spiagge pubbliche del territorio pugliese.

https://www.controlebarriere.org/2021/01/24/il-progetto-tutti-al-mare-in-audizione-alla-iii-commissione-dela-regione-puglia/

Invece, la seconda è relativa all’attuazione del progetto DAMA, finalizzato ad una adeguata assistenza ospedaliera delle persone con disabilità.

https://www.controlebarriere.org/2021/02/07/25-associazioni-propongono-alla-regione-un-progetto-del-2005-per-un-accoglienza-dignitosa-delle-persone-disabili-negli-ospedali/

Concludendo, l’Assessore al Welfare, Rosa Barone, ha dichiarato che quanto scaturito da questo incontro sarà oggetto di interventi, di cui alcuni di essi potrebbero essere attuati in breve tempo.

I soci di Disabili Attivi, nel ringraziare di essere stati ascoltati, aspettano fiduciosi che l’Assessore si adoperi ad attuare le loro soluzioni proposte.

Seguici sui nostri social

Da altre categorie