00:00:00
15 Jul

L’associazione giovani innovatori organizza: un convegno dal titolo ”Voglia di vita storie di ragazzi che sono guariti dalla malattia”

Come si può scorgere un barlume di speranza in quel tunnel apparentemente buio e senza uscita che rappresenta la malattia? Come si può esortare il malato a essere coraggioso e farli credere ancora nel vero senso della vita e della guarigione? Sono queste le domande più frequenti che ci si pone quando si è in una circostanza triste e dolorosa come quella della malattia, ma è soprattutto nelle risposte di chi ce l’ha fatta, di chi ci ha creduto e ha combattuto per guarire che si trova la forza di andare avanti.

Si ritrova quella speranza che sembrava ormai smarrita e dispersa nel vuoto incolmabile che la malattia porta inevitabilmente con sé. Ascoltare con attenzione storie di guarigioni, le parole di chi è uscito vincitore in quella che spesso rappresenta la battaglia della vita, può ridare la voglia di vivere, può riaccendere nuovamente la speranza, perché ognuno merita di vivere appieno la propria vita e assaporarla giorno dopo giorno, di sostituire le tonalità più tetre con i colori vividi e luminosi che descrivono la Vita perché come cita Charles R. Swindoll “La vita è per il 10% quello che ti accade e per il 90% come reagisci”.

L’associazione giovani innovatori organizza a questo proposito, un convegno dal titolo ”Voglia di vita storie di ragazzi che sono guariti dalla malattia” dove presenterà il libro VOGLIA DI VITA, (scritto su iniziativa di Casa Sollievo della Sofferenza) con l’intento di accrescere e riaccendere nei malati la speranza di guarigione mediante l’ascolto delle storie di chi ha saputo rialzarsi, di chi ha lottato più di tutti per coltivare passo dopo passo il senso della Vita, di chi non si è mai arreso e ha continuato a gridare al mondo la sua irrefrenabile e contagiosa ”Voglia di Vita”.

 

Da altre categorie