00:00:00
25 Oct

Ancora lontana la stabilità primaverile

I primi giorni di maggio sono stati insolitamente freschi tanto da mettere in discussione addirittura il riscaldamento globale. Invito a non confondere un trend su base decennale (clima) con le dinamiche meteorologiche spesso mutevoli in pochi giorni.
Il culmine dell’anomalia sul nostro settore è stato raggiunto ieri quando la temperatura della stazione meteorologica nella zona Cappuccini è oscillata da 4,8°C a 7,4°C, secondo i dati non ufficiali della Protezione civile; valori un po’ più alti sono stati registrati da MeteoSGR (5,9/8,2).
Probabilmente è stata la temperatura diurna più bassa di maggio degli ultimi 28 anni.

Temporaneo aumento della pressione sull’Italia. Sull’Atlantico un’altra perturbazione è pronta a interessare l’Europa occidentale. Fonte KNMI.

L’allontanamento della massa di aria fredda consentirà un miglioramento del tempo e un riassorbimento dell’anomalia termica. Da mercoledì i valori termici torneranno nella norma con massime vicine ai 20°C.
Non mancherà qualche addensamento nuvoloso, ma la probabilità di locali fenomeni sembra essere bassa.

Ancora una volta proprio nel fine settimana, in particolare domenica, si profila un nuovo peggioramento con il ritorno del maltempo e di temperature più contenute. La distanza temporale non mi consente di dettagliare la previsione, ma vi do il solito consiglio: seguite gli aggiornamenti e le previsioni a breve termine.

Seguici sui nostri social

Da altre categorie