00:00:00
25 Oct

Consigli per l’estate a fumetti

di Antonio Lalla

Estate, tempo di caldo, di sole, di mare, di acqua, di sabbia, di sudore, di puzza, di ustioni, di eritemi, di abbronzature, di creme (solari e lenitive), di meduse, di ombrelloni,di teli da mare, di teli da mare pieni di sabbia, di sabbia nuovamente, perché la sabbia te la trovi ovunque; tempo di bimbi che piangono per il caldo, di mogli che si lamentano per il caldo, di mariti che si lamentano delle mogli, di famigliole felici, di famigliole che si tirano ceffoni, di panini con la frittata, di teglie di parmigiana e di birre che partono ghiacciate per arrivare a mezzogiorno in spiaggia ad una temperatura accettabile per un bel brodino, di “io ho portato un p di frutto, così per star più freschi” detto sotto 50 gradi (all’ombra); tempo di gite fuori porta, di lunghe camminate, di montagne, di serpenti, di sterpaglie, di mosche, di mosche fastidiose, di mosche fastidiosissime, di tafani grandi come cavalli, di zanzare, di pizzichi, di prurito, di mutande sudate, di notti insonne, di inutili lamentele su facebook.

Tempo di “tempo libero” e nel tempo libero si legge.

Leggete quello che volete, ma leggete, e se volete qualche spunto su un buon fumetto da leggere nella calura estiva io ve lo do, anzi ve ne do ben 7, anche se un po’ in ritardo sull’inizio dell’estate, ma è ancora lunga. Vamonos!

1.SPECIALE TEX n 33 – I RANGERS DI FINNEGAN ( 6.90 euro, Sergio Bonelli Editore)

Se dici estate di texone. Il cosiddetto texone è l’albo speciale in formato gigante che ogni anno la Bonelli sforna dedicato alla sua testa di serie, il ranger “italiano” Tex Willer, speciale in formato diverso e con una grossa foliazione che raccoglie una storia inedita e completa di Aquila della notte (sempre Tex, per i più distratti ricordo che è il suo nome presso le tribù Navajo). Almeno per me le due cose, estate e texone sono imprescindibili, e non perché sono un appassionato del personaggio, anzi, ma perché l’acquisto dello speciale gigante durante la mia infanzia era un rito ormai solito nelle mie vacanze estive al mare, e che leggevo con entusiasmo negli assolati pomeriggi garganici. Aggiungendo anche la componente nostalgica non sminuisce il senso dell’acquisto che tutt’ora faccio, perché gli speciali di Tex Willer sono belli da leggere e belli da vedere, grazie al fatto che il disegnatore ospite (e spesso gli ospiti sono illustri) hanno modo di cimentarsi con il genere e dare sfoggio della loro arte in modo più libero.

In definitiva, il Tex gigante si prende a prescindere, anche perché il 33esimo speciale di Tex, I Rangers di Finnegan, con i testi del sempre accorto Mauro Boselli non fanno sicuramente il palo agli ottimi disegni di Majo, il creatore grafico di DAMPYR (altro mensile Bonelli), presenta un pregevole storia che narrativamente viaggia su un doppio binario, i quali vedono protagonisti i due Willer, Tex e suo figlio Kit, in un confronto generazionale in cui il giovane personaggio cercherà di uscire dall’ombra del padre per seguire la sua strada con i ranger di Finnegan, corpo di frontiera che agisce ai limiti della legge e che spesso ne oltrepassa la linea nei metodi. Verrà messa a dura prova la scorza morale di Kit Willer, il quale capirà quanto poi le sue radici sono importanti e quanto guidano le sue scelte per distinguere qual è la vera giustizia, in una terra di selvaggia quale la frontiera americana.

2.TEX – NUCES VALLEY ( 25.00 euro, Sergio Bonelli Editore)

Ok, il prezzo è un po’ altino, e potrebbe scoraggiarne l’acquisto, ma se volete potete

andare in qualsiasi fumetteria e cercare di recuperare il numero 21 della collana Maxi Tex, perchè quella riproposta in questi mesi è la ristampa in edizione di pregio, con due editoriali a corredo, dell’ormai fondamentale tassello della storia sulle origini della figura di Tex Willer portata avanti da Mauro Boselli.

In questa lunghissima storia conosciamo i genitori e del nostro Ranger, la sua vita prima della legge e altri retroscena dell’adolescenza di Tex. Una storia dal sapore nostalgico, raccontata da Tex stesso ai suoi pards durante un bivacco sotto il cielo stellato del deserto, densa di eventi che aiutano a costruire l’immagine del protagonista, un racconto di formazione in cui l’infallibile Willer cede il passo ad un acerbo e insicuro ragazzino che si appresta a percorre suo malgrado la dura e amara strada che lo porterà ad essere la leggenda che conosciamo. Consigliato anche a chi non ha mai letto un albo di Tex Willer.

Fondamentale .

3.ARCADIA (18.00 euro, Edizioni BD)

Ovviamente potreste obiettare “siamo in piena estate, si muore di caldo, e tu ci proponi storie ambientate nelle infuocate terre dell’ovest americano? Sei pazzo!!”, e allora permettetemi di rinfrescarvi e portarvi in mezzo le nevi della fredda, freddissima Alaska dove c’è uno dei più grossi super computer che l’umanità abbia mai costruito per gestire la più grande simulazione virtuale mai concepita: ARCADIA. Arcadia è la realtà virtuale abitata dalle coscienze di quasi tutta la popolazione terreste, quella sopravvissuta alla decimazione dopo che un’epidemia ha ucciso quasi 7 miliardi di persone. Chi vive ad Arcadia sono i costrutti virtuali di chi ancora aspetta una cura, i cui corpi reali sono tenuti sotto stasi criogenica, nella speranza che i governi trovino la soluzione a questa piaga. Chi non vive dentro Arcadia invece e chi lavora affinché tutto funzioni come si deve nel mondo virtuale, un mondo che è tutt’altro che perfetto. Chi è fuori partecipa ad una corsa contro il tempo in cerca della cura che inevitabilmente finisce dentro il gioco delle macchinazioni dei governi per stabilire chi tra di loro è più potente e se la virtualità può sopravvivere senza il reale o viceversa, una sorta di conflitto tra inferno e paradiso (presunti) dove la volontà di primeggiare coinvolge tutti in un gioco in cui a farne le spese maggiori rischiano di essere i sopravvissuti del genere umano, una corsa contro il tempo per evitare l’estinzione della specie umana.

Una bellissima storia di fantascienza che non sfigura affatto a fianco a dei capisaldi della letteratura distopica, in cui l’articolata trama si svela in modo originale e sorprendente nel finale. Otto capitoli di altissima tensione ad opera di Alex Paknadel e Eric Scott Pfeiffer.

4.SPECIALE “LE STORIE” n 5 – L’INQUISITORE (6.30 euro, Sergio Bonelli Editore)

“Galizia, Spagna, 1610. È dura la vita di un inquisitore che non crede nella stregoneria. Per Luis De Santiago – uomo freddo come la pietra – la fede non può incorrere in contraddizioni o zone d’ombra di sorta, tanto da essere disposto a sfidare la stessa Chiesa di Roma pur di avere una risposta ai dubbi che lo assillano… E quando la bella Amanda – accusata di magia nera – irrompe nella sua esistenza, lui è pronto a dare la propria vita pur di difenderla!” (fonte http://www.sergiobonelli.it/)

Come ormai da tradizione da 5 anni, lo speciale bonelliano dedicato alla testata le storie si colora e ci porta nei secoli dell’inquisizione, nella Spagna cattolicissima, quella che cerca anche con il pugno di ferro di instillare la fede nella popolazione.

Una storia che ha proprio il sapore della storia, grazie ad una adesione ai fatti reali abbastanza fedele operata da un bravissimo veterano del fumetto quale è Gianfranco

Manfredi, non senza però prendersi una piccolissima libertà narrativa sui personaggi dell’ordine dei templari. Ma glielo si concede, proprio perché non è un romanzo storico, ma una bella avventura, illustrata (splendidamente oserei dire) da Antonio Lucchi.

Manfredi come dicevo non è nuovo nel mondo del fumetto, e la sua esperienza si estende ben fuori i confini del medium, fin alla serialità televisiva delle fiction italiane, quindi di serialità se ne intende e sa come creare un personaggio solido e accattivante, tridimensionale e credibile nelle sue limitazioni e nei suoi valori, perfettamente consigliato da leggere tra una nuotata e l’altra o durante una pausa dall’escursione montana. In più se voleste un’ulteriore prova di quanto sia perfettamente a suo agio come narratore e nel contestualizzare i suoi personaggio nel contesto storico vi consiglio di recuperare la miniserie VOLTO NASCOSTO, sempre edita da Sergio Bonelli Editore, ambientata tra l’Italia e l’Etiopia durante la guerra per le conquiste coloniali dell’Italia di fine ottocento.

Intanto leggetevi le gesta di Luis De Santiago ne L’INQUISITORE, una storia che non fa mistero della sua ispirazione ad un altro inquisitore spagnolo famoso, anzi catalano, Nicolas Eymerich, creato anch’esso dalla penna di un italiano, Valerio Evangelisti, che ha spopolato in tutto il mondo. Entrambi condividono questo mondo terreno ammantato da esoterismo e superstizione, sovrastrutture e imposizione, sempre in bilico tra il dovere e la giustizia; ed è per questo che questo volume dello speciale Le Storie ha tutte le potenzialità per essere una sorta di numero uno per un nuovo personaggio della scuderia Bonelli, anzi, secondo me risentiremo parlare di Luis De Santiago: L’inquisitore.

5.LINUS (6.00 euro, Baldini & Castoldi)

Entrate in edicola e prendete il numero di questo mese del mensile LINUS, o qualsiasi numero va bene, perché va bene una numero anche a caso di Linus, per entrare nel mondo del fumetto.

Per chi non lo conoscesse, Linus oltre ad essere il nome dello storico amico di Charlie Brown dei Peanuts, il ragazzino con la coperta, è anche la storica rivista italiana di fumetti che dal 1965, ad opera di Giovanni Gandini, ha fatto conoscere i fumetti di tutto il mondo in Italia.

Nata con l’intento di occuparsi solo ed esclusivamente di fumetti e di fumetto, Linus porta in Italia per la prima volta le strisce a fumetti americane più celebre per farle conoscere e apprezzare, tra queste ovviamente ci sono anche i simpaticissimi Peanuts di Charles Schulz ma non solo; sulle sue pagine in oltre 50 anni di vita editoriale sono passati grandi personaggi del fumetto: Flash Gordon, Lil’ Abner, Rip Kirby, Jeff Hawke, Krazy Kat, Corto Maltese, Valentina, Calvin & Hobbes, Life is hell, Liberty meadows, Popeye. Potrei riempire pagine e pagine per quanti autori sono stati fatti conoscere dalla redazione del mensile, che esce tutt’ora rinnovato grazie alla nuova direzione di Igor Tuverim in arte IGORT, fumettista italiano di lungo corso e di innegabile talento, cultura e sensibilità, che nel solco delle origini della rivista prosegue la missione di portare a conoscenza nel nostro paese i grandi autori della letteratura disegnata da oriente ad occidente. Si respira un poco l’aria da spocchia intellettuale tra le pagine del mensile, ma rimane un buono strumenti per affacciarsi sul fumetto popolare e d’autore meno conosciuto.

6.TESORI MADE IN ITALY – GIORGIO CAVAZZANO (49.90 euro, Panini comics)

Edita da Panini Comics, che da un po’ di anni ormai possiede i diritti di pubblicazione della banda disney, la testata Tesori Disney ha proposto da qualche mese dei volumi speciali dedicati al talento di Giorgio Cavazzano.

Grande maestro Disney, Giorgio nei suoi anni di lavoro tra topi e paperi ha disegnato e

anche scritto le storie più belle della compagnia di Topolino e Paperino storie che è possibile rileggere con un cofanetto che raccoglie tutti i numeri dedicati al disegnatore italiano, per un totale di 50 storie tra peperopoli, topolinia, e i viaggi fantasiosi di zio Paperone in giro per il mondo. Un volume che costicchia un po ma che raccoglie emozione e divertimento per grandi e piccoli, tra nostalgia e scoperta.

Se proprio non vi va di acquistare il cofanetto completo, sicuramente troverete in edicola l’ultimo albo uscito.

7.SPECIALE BRENDON n15 – IL BUIO OLTRE LE STELLE (3.50 euro, Sergio Bonelli Editore)

Se proprio non volete spendere tanto, in edicola trovate in questi giorni la prima parte di una storia che segna il ritorno dell’investigatore inglese bonelliano… No, non è Dylan Dog, ma un suo “erede” che abita un futuro post apocalittico: Brendon, cavaliere di ventura che solca le piste sabbiose della Nuova Inghilterra, portando la giustizia in una terra che stenta a riprendersi dopo l’olocausto nucleare. Lo scenario in cui vengono narrate le sue gesta è una sorta di medioevo fantastico, dove razionalità e incubo si mischiano, in un mix di suggestioni e sensazione, in cui ci fa da guida uno dei più bei personaggio mai creati da Claudio Chiaverrotti per l’editore italiano..

Questa è solo la prima parte di una storia divisa in due albi, il secondo uscirà il 22 agosto e ne riparleremo meglio. Intanto leggete questa prima parte e segnatevi sul calendario la data di uscita della seconda, per scoprire che gli incubi non hanno tempo, anzi possono solo peggiorare, ma per fortuna c’è Brendon D’arkness a dargli la caccia.

Finisco qui le comunicazioni di servizio e ci rivediamo magari fra un paio di mesi per un lista di fumetti per affrontare la fine dell’estate e il ritorno alla routine, se lo volete.

PS. in ogni caso se entrate in edicola, o in libreria o in fumetteria, se un fumetto cattura il vostro sguardo, compratelo: le migliori scoperte le ho fatte così, al buio, sia per i fumetti che per i libri. Buona lettura.

Seguici sui nostri social

Da altre categorie