00:00:00
24 Oct

Verso il gemellaggio tra Monte Sant’Angelo e Mont Saint-Michel

“A maggio 2019, in occasione della seconda edizione del festival Michael, firmeremo il gemellaggio con Mont Saint-Michel in Francia per iniziare la valorizzazione e promozione comune della Via Micaelica europea”. Lo annuncia il Sindaco di Monte Sant’Angelo, Pierpaolo d’Arienzo, a margine dell’incontro con la delegazione di Mont Saint-Michel avvenuto proprio a Monte Sant’Angelo in occasione dei festeggiamenti di San Michele Arcangelo, lo scorso 29 settembre. La delegazione francese, guidata da David Nicolas, Sindaco di Avranches e Presidente dell’Unione dei Comuni “Mont Saint-Michel – Normandia” ha preso parte anche agli eventi istituzionali in programma e ad una tavola rotonda tenutasi venerdì 28.

Sin dal Medioevo il culto di San Michele è tra i più diffusi in Europa e numerosi sono i Santuari dedicati all’Arcangelo. I tre più importanti sono proprio il Santuario di Monte Sant’Angelo, la Sacra di San Michele in Piemonte e l’Abbazia di Mont Saint-Michel in Normandia, Francia.

“L’Abbazia di Mont Saint-Michel è stata costruita su una pietra proveniente dal Santuario di Monte Sant’Angelo e per noi questo invito e questo tavolo di lavoro propostoci dal Sindaco d’Arienzo è un ritorno alle nostre origini, alla nostra storia. Siamo entusiasti di iniziare questo percorso comune di valorizzazione e promozione” – ha dichiarato David Nicolas, Sindaco di Avranches, la Città del Vescovo Aubert, che nel 708 inviò sul Monte Gargano alcuni suoi messaggeri a prendere delle pietre dalla Grotta pugliese per fondare il Santuario francese.

“In un periodo storico dove si alzano muri noi costruiamo ponti-reti-relazioni internazionali” – dichiara Pierpaolo d’Arienzo, Sindaco di Monte Sant’Angelo – “Insieme ad altri grandi centri internazionali, infatti, stiamo lavorando alla creazione di una rete in grado di progettare, valorizzare e promuovere insieme i nostri territori. Dopo la creazione della rete nazionale con la Sacra di San Michele in Val di Susa (Piemonte) – patto firmato a maggio 2018 nella prima edizione di “Michael. Festival del patrimonio culturale, spirituale, naturale ed enogastronomico” – prosegue il lavoro di creazione della rete internazionale dei grandi Santuari dedicati all’Arcangelo Michele. In occasione dei festeggiamenti in onore di San Michele Arcangelo, infatti, abbiamo ospitato una delegazione di Mont Saint-Michel per iniziare a discutere delle azioni da mettere in campo per la valorizzazione e la promozione internazionale congiunta delle due Città e dei due Santuari. Un progetto che mira a promuovere all’estero la Città dei due Siti UNESCO. Un progetto di promozione internazionale per la nostra Città quindi, ma anche per il nostro territorio e per l’intera regione”.

“Michael e l’Europa. Verso la rete dei grandi Santuari dedicati all’Arcangelo Michele” è stato il tema della tavola rotonda tenutasi venerdì 28 settembre a Monte Sant’Angelo tra le delegazioni della città pugliese e quella francese.

Per Mont Saint-Michel erano presenti David Nicolas (Presidente dell’unione di comuni Mont Saint-Michel – Normandia e Sindaco della Città di Avranches), François Saint-James (Consigliere comunale della Città di Avranches), Hervè Berjon (Direttore Ufficio Turismo), Romain Rouland (Direttore della Comunicazione), Alain-Gilles Chaussat (Incaricato della missione “Paesi d’arte e di storia”) e Emmanuel Villain (Responsabile Accoglienza dell’Ufficio turismo di Mont Saint-Michel).

Il Sindaco della Città di Monte Sant’Angelo, Pierpaolo d’Arienzo, ha guidato la delegazione pugliese rappresentata da Claudio Costanzucci Paolino (Vice-Presidente Ente Parco Nazionale del Gargano), Angelo Fabio Attolico (Dipartimento Turismo e cultura della Regione Puglia), Rosa Palomba (Assessore alla cultura, turismo, istruzione della Città di Monte Sant’Angelo), Giorgio Otranto (Professore emerito dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro e già Presidente dell’Associazione Internazionale ricerche sui Santuari), Carmela Strizzi (Direttore Ente Parco Nazionale del Gargano), Pasquale Gatta (Staff del Sindaco – Ufficio comunicazione e promozione della Città di Monte Sant’Angelo) e Don Gaetano Saracino (Rettore Missione Cattolica Italiana di Parigi).

La delegazione francese ha donato al Sindaco d’Arienzo un libro che racconta la storia delle Apparizioni in Francia e un pezzo della pietra del Santuario di Mont Saint-Michel avvolto in un drappo rosso, un gesto molto simbolico che ripercorre la storia e la leggenda dei due luoghi e del loro legame.

Appuntamento, quindi, a maggio 2019 all’apertura della seconda edizione di “Michael. Festival del patrimonio culturale, spirituale, naturale ed enogastronomico” che si terrà dal 4 all’11 maggio 2019.

Possono interressarti

23 ottobre 1860: la reazione borbonica di San Giovanni Rotondo
Cultura e Spettacolo
762 views
Cultura e Spettacolo
762 views

23 ottobre 1860: la reazione borbonica di San Giovanni Rotondo

redazione - 23 ottobre 2018

  Pubblichiamo, tratta dal sito padrepioesangiovannirotondo.it, la relazione di Giulio Giovanni Siena dettata nella Conferenza svoltasi sul tema nel chiostro del Palazzo Municipale di San Giovanni Rotondo…

Il Chaplin del calcio. Il mito di Garrincha a Teatro
Cultura e Spettacolo
298 views
Cultura e Spettacolo
298 views

Il Chaplin del calcio. Il mito di Garrincha a Teatro

redazione - 22 ottobre 2018

Articolo di Christian Palladino Interessantissima serata di Teatro ieri in via Cocle a San Giovanni Rotondo, sede dell’Associazione Provocult, in cui l’attore ventenne Umberto J. Contini di…

Adulti generativi. L’esempio di Barnaba
Cultura e Spettacolo
146 views
Cultura e Spettacolo
146 views

Adulti generativi. L’esempio di Barnaba

redazione - 22 ottobre 2018

  di Michele Illiceto Riflessioni in margine alla Lettera pastorale di Mons. Luigi Renna (II parte)(Link alla prima parte: http://sangiovannirotondofree.it/2018/10/12/adulti-takers-o-givers/ ) Essere adulti significa saper affrontare le…

Da altre categorie