00:00:00
23 Jan

Musica e calcio per la solidarietà nel ricordo di Antonio Manfrini

L’idea, nata dall’iniziativa delle associazioni ‘Missione Africa onlus‘ e ‘Antonio Manfrini’, in collaborazione con il Comune di San Giovanni Rotondo, Assoalbergatori e BCC ha scopi

Il dottor Antonio Manfrini, scomparso nel febbraio 2017

di solidarietà e porterà la Nazionale Italiana Jazzisti (NIJ), a confrontarsi in un triangolare calcistico, dedicato alla memoria di Antonio Manfrini, indimenticato direttore del Dipartimento di Emergenza e Accettazione del nosocomio di san Pio, contro una selezione della Banca del Credito Cooperativo di San Giovanni Rotondo e di Casa Sollievo della Sofferenza; ma anche in una serata musicale che vedrà protagonisti, prima di indossare le scarpette chiodate, i rappresentanti della nazionale jazzisti in un concerto di beneficenza in piazza Dei Martiri. La NIJ è una squadra di calcio formata da musicisti e operatori di jazz. Fondata nel 2013, è diventata un’associazione onlus con lo scopo di raccogliere fondi per solidarietà. In quasi 5 anni di attività ha raccolto circa 60mila euro.

L’appuntamento è per il prossimo fine settimana, con il concerto che avrà inizio alle 21 del 7 settembre e con il torneo calcistico, con fischio d’inizio, allo stadio ‘Antonio Massa’, alle ore 14.30 dell’8 settembre. L’incasso (biglietto ingresso 5 euro) sarà devoluto in beneficenza a sostegno dell’iniziativa di scolarizzazione (ogni retta costa 150 euro l’anno) dei bambini in Benin e Kenya. Attualmente l’associazione Missione Africa onlus segue 600 ragazzi nei due paesi africani.

«Ringrazio il dottor Agostino Trombetta e quanti si sono resi disponibili per l’organizzazione di un evento che supera gli spalti di uno stadio e le mura di una piazza per raggiungere il continente africano e regalare speranza a tanti bambini. Per questo l’Amministrazione comunale ha stretto un patto di solidarietà con gli organizzatori, mettendosi al loro fianco a sostegno di una iniziativa che si muove sui canali di un rinnovato sentimento di condivisione della sofferenza e della speranza, facendosi promotrice di dare sollievo a chi deve fare i conti con la dura realtà della propria quotidianità. Mi auguro che i sangiovannesi, ma anche dai paesi vicini, rispondano all’appello degli organizzatori per dare sostanza a un progetto di solidarietà», evidenzia il sindaco Costanzo Cascavilla.

All’appello degli organizzatori hanno risposto in tanti. Ci saranno:

Costantino Ladisa, sassofonista, presidente della Nazionale Italiana Jazzisti

Max De Tomassi, storica voce di RAI Radio1

Max Paiella, il Ruggito del Coniglio su  RAI Radio2

Nutrita anche la pattuglia dei pugliesi che hanno risposto all’appello lanciato dagli organizzatori della kermesse sangiovannese. Hanno dato la loro disponibilità: Antonio Del Sordo, Saverio Gerardi, Fulvio Palese, Maurizio Grondona, Pippo Foglianese e Lorenzo Zecchino, cantautore, con due partecipazioni al Festival di Sanremo. Suoneranno anche per la Jam in piazza il gruppo musicale di San Severo Jazz e Terzomondo

Possono interressarti

A Casa Sollievo della Sofferenza arrivano i robot umanoidi
News
311 views
News
311 views

A Casa Sollievo della Sofferenza arrivano i robot umanoidi

redazione - 23 Gennaio 2019

Avviata in “Casa Sollievo della Sofferenza”  la sperimentazione di robot umanoidi progettati per assistere i pazienti e agevolare il lavoro del personale sanitario. L'innovativo progetto è sorto…

Il sogno di Leonardo: viaggiare con la musica
Sociale
1136 views
Sociale
1136 views

Il sogno di Leonardo: viaggiare con la musica

redazione - 23 Gennaio 2019

Leonardo è un ragazzo sangiovannese di 33 anni, ha una grande passione per la musica e tanta voglia di sorridere alla vita. Dopo aver tentato di approcciarsi…

22 gennaio 1903: Francesco Forgione diventa fra Pio da Pietrelcina
Cultura e Spettacolo
3391 views
Cultura e Spettacolo
3391 views

22 gennaio 1903: Francesco Forgione diventa fra Pio da Pietrelcina

redazione - 22 Gennaio 2019

La mattina del 6 gennaio del 1903, Francesco partì per entrare in noviziato. Quando bussò alla porta dell’antico convento di Morcone, si trovò di fronte una lieta…

Da altre categorie