00:00:00
17 Oct

Un robot per la riabilitazione intensiva a casa dei pazienti post ictus

redazione
14 Settembre 2019
379 Views

Un robot per la riabilitazione intensiva a casa dei pazienti post ictus. Il management e gli operatori del centro di eccellenza Gli Angeli di PadrePio hanno potuto valutare le potenzialità di utilizzo di “ICone”, primo robot portatile per la riabilitazione dell’arto superiore di tipo end-effector.

Gli ingegneri Alessandra Pacilli, Jacopo Tosi e Davide Prampolini dell’azienda Heaxel, hanno presentato l’innovativo prodotto al presidente della Fondazione, fr. Francesco Colacelli, al direttore dell’area strategica, Giacomo Forte, al direttore sanitario Serena Filoni e al personale dell’equipe dell’area tecnologica.

L’appuntamento di oggi è di particolare rilievo per il percorso di crescita delle strutture della nostra onlus intrapreso con il progetto recentemente inserito nella graduatoria del CisCapitanata.

#ICone permette la riabilitazione di spalla e gomito e consente di somministrare una terapia interattiva, coinvolgente, e assistita, basata sull’uso di videogiochi (exergames). Inoltre, i giochi interattivi  possono essere facilmente adattati alle esigenze del paziente utilizzando l’interfaccia touch screen integrata. L’andamento della terapia può – grazie al cloud – essere valutato in maniera oggettiva, e i dati raccolti in tempo reale possono essere consultati anche a distanza dagli operatori sanitari coinvolti nel trattamento.

Il robot per la riabilitazione intensiva di tutte le fasi post-ictus (pazienti acuti, sub-acuti, cronici) è il primo marcato CE e certificato anche per l’uso al di fuori dell’ambiente ospedaliero (ambulatorio, casa).

I risultati raggiunti finora sui pazienti cronici sono ottimi, ma il raggiungimento di un adeguato margine di miglioramento è legato indissolubilmente ad un percorso di riabilitazione intensiva, difficile da erogare in convenzione. Ma questo approccio hi-tech permette di superare questi limiti, grazie alla stimolazione della plasticità corticale del paziente.

La Heaxel è stata fondata nel 2018 e collab il Campus Bio-Medico di Roma ed ha una sede sussidiaria a Singapore, spin-off della Nanyang technological university.
Ad oggi, due ICone sono installati presso il Campus Bio-Medico di Roma e un’altra macchina è installata presso la clinica Les Trois Soleils Boissise-le-Roi, Francia.

Seguici sui nostri social

Da altre categorie