00:00:00
21 Aug

Grande successo per i poeti Sangiovannesi al concorso internazionale di poesia, il Saggio città di Eboli.

Di Lio Fiorentino

É Eboli “il dolce suono” così come declamata da Pietro da Eboli, è terra fertile di amore ,di accoglienza e poesia.

Si è appena conclusa la ventitreesima edizione del concorso internazionale di poesia ,il Saggio ,città di Eboli.

Lo straordinario successo della kermesse poetica ebolitana è confermato dal numero, sempre crescente negli anni, di liriche partecipanti e che, così come più volte dichiarato dal cav.Barra, infaticabile patron della manifestazione, quest’anno si attesta intorno a circa quattromila liriche.

Tra gli indiscussi protagonisti del concorso internazionale di poesia , il poeta di San Giovanni Rotondo,dott Lio Fiorentino , che ha conquistato il podio ,classificandosi ,per il terzo anno consecutivo, al primo posto ( primo su 1174 opere in concorso ) nella sezione lingua, con la poesia”Credevo”.

A premiare l’illustre, ormai ,poeta di San Giovanni Rotondo ,il sindaco di Eboli Massimo Cariello ,il cav.Barra e il noto artista partenopeo, Francesco Paolantoni.

Al poeta Lio Fiorentino ,oltre al primo posto,sono stati assegnati anche tre premi speciali, tra cui quello della critica, a cura di giurie esterne al concorso.

Lio Fiorentino è Presidente dell’Associazione Culturale ”Kalè” ed è presidente, al contempo, anche dell’associazione ”Artisti di Provincia“con i quali, da anni, riapre il sipario sul grande repertorio artistico- teatrale del suo compianto padre, l’indimenticato Francesco Paolo Fiorentino, grande commediografo, pittore e poeta sangiovannese, le cui magnifiche doti artistiche lo fanno annoverare tra i grandi del panorama italiano e non.

Un plauso di stima anche ad altri tre autori sangiovannesi che si sono distinti nella rassegna poetica ebolitana: Matteo de Padova ( premio città di Caserta ) Salvatore Viscio (premio città di Matera ) e Francesco Rinaldi (premio Orlando Carratu ‘)

La poesia è collante di rapporti umani e culturali e i poeti sangiovannesi, con i loro premi e le loro liriche ,portano a casa la consapevolezza di aver onorato la loro amatissima e brulla terra.

Lio Fiorentino invece, vince e raddoppia ,infatti ,si appresta a presentare il suo quarto libro, “ Gusci di silenzi” edito dal Saggio, il giorno 11 settembre, nel prestigioso palazzo reale a Napoli.

Il ricavato del libro andrà a beneficio del Benin, piccola perla martoriata del continente africano ,che il poeta ,con la sua finissima arte poetica, sta cercando di sostenere, grazie anche al felice incontro con il console del benin ,dott. Giuseppe Gambardella.

Seguici sui nostri social

Da altre categorie