00:00:00
16 Dec

Ricordando la pricoca (la vocazione) commedia di FPFiorentino 1976

La pricoca (la vocazione)

Scritta nel lontano 1976 la storia narra di una famiglia indigente di San Giovanni Rotondo (probabilmente ambientata fine anni 60′), che fa grossi sacrifici e privazioni pur di vedere premdere i voti di suora la giovane Cinzalla, studentessa educanda in un non ben specificato convento.

Ma nello stesso cinzalla detta cinzia incontra padre cirillo Giovane promesso anche egli a Dio ma con il cuore proteso alle cose terrene, dice così la commedia scritta da Fpfiorentino, fondatore del teatro a San Giovanni Rotondo fine anni 50 è uno spaccato di vita quotidiana vissuta e pensata per portare i figli verso i desideri dei genitori che inconsapevolmente decidevano ed entravano nelle scelte dei propri figli.

La stessa commedia, diretta da Lio Fiorentino per ben due volte (1990 e 2004) ha voluto rimarcare questi aspetti scomodando anche un brano dell’indimenticabile  Giorgio Gaber che invita il mondo dei grandi a rispettare i bambini nella scelta dei propri desideri.

Nel 2015 diretta da Michele Pagliara (attore di Fpfiorentino) ho sottolineato nel finale,attraverso una lirica scritta da Lio Fiorentino nel 2015 Intitolata “A volte” come le vocazioni sono spesso desideri degli altri e che il Teatro è una grande finestra aperta sul mondo da cui il teatro trae ispirazione.

La suddetta lirica la recitò Assunta Radogna nota attrice e commediografa della nostra provincia.

Lio Fiorentino presidente e regista dilettante artisti di provincia

Seguici sui nostri social

Da altre categorie