00:00:00
18 Jul

Immagini di una serata storica per lo sport Sangiovannese

Di Pietro Urbano

La serata di ieri ha visto come protagonista della finale dei 5.000 mt. delle Universiadi 2019 di Napoli la nostra Cascavilla Maria Chiara. Tutti gli sportivi e i sangiovannesi hanno seguito con trepidazione ed entusiasmo la prestazione della nostra atleta.Ebbene, Maria Chiara ha voluto non solo stupirci ma sbalordirci con una grandissima prova, classificandosi al sesto posto assolutocon un riscontro cronometrico di assoluto rilievo che rappresentail suo pb di 15:59.66, con ulteriore miglioramento di oltre 20” rispetto al precedente già migliorato in batteria, che allo stesso tempo rappresenta la terza migliore prestazione italiana dell’anno sulla distanza. Da oggi in poi, tutte le migliori atlete del panorama nazionale ed internazionale sapranno che devono fare i conti con la nostra piccola e graziosa gazzella del Gargano.

Grande emozione ed entusiasmo ha suscitato nei suoi tifosi e ancor di più in quelli che hanno avuto l’onore di seguirla ed incitare in diretta dalle tribune dello stadio di San Paolo di Napoli. Una gara difficile la sua, per l’alto livello tecnico delle sue concorrenti che vantavano nella maggior parte riscontri cronometrici di gran lunga migliori. Ciò nonostante, Maria Chiara ha mantenuto una condotta di gara oculata e tatticamente perfetta cercando e riuscendo, con tutte le sue forze, a non perdere contatto e rimanere sempre incollata al gruppo compatto delle migliori.Dalle tribune si aveva la sensazione della difficoltà di Maria Chiara a mantenere un ritmo gara per lei fin troppo sostenuto già dal passaggio del primo chilometro sotto i 3’10”, ma con tenacia e grinta riusciva a rimanere nella scia delle migliori, spinta dall’incitamento dei suoi tifosi, che in alcuni casi soffrivano e la spingevano mentalmente a non mollare.

Nell’ultimo chilometro, a due giri dal termine, il pubblico hapotuto ammirare Maria Chiara avanzare, con la sua corsa leggiadra ed elegante, fino ad affiancare il gruppo di testa. In quel momento uno improvviso sbalzo e un susseguente nodo in gola ha assalito tutti noi tifosi. Maria Chiara aveva gettato il suo guanto di sfida alle avversarie e ha voluto provare con tutte le sue forze ad andare oltre i suoi stessi limiti. Ha provato a regalarci il sogno di arrivare in zona medaglie. Grande, unica ed inarrivabile. Rimarrà il ricordo indelebile nelle nostri menti di quell’attimo infinito e ilrelativo sussulto che ci ha fatto vivere Maria Chiara spingendosi con generosità, passione e soprattutto cuore nell’avanzare esuperare le avversarie per coltivare il suo e il nostro sogno.

Dopo aver tagliato il traguardo, Maria Chiara si è avvicinata sotto le tribune ringraziando con eleganza e regale inchino tutti i tifosi presenti che avevano acclamato con entusiasmo e calore la sua prova, dimostrando ancora una volta la sua grande e innata classe.

Grazie Maria Chiara i tifosi, gli sportivi e tutti i sangiovannesi ti sono grati per le grandi emozioni che hai saputo regalare e ti aspettano per riabbracciarti con entusiasmo ed affetto per festeggiare insieme ed esprimerti tutta la loro riconoscenza e la loro gioia e gridarti per l’ennesima volta: Vola, Maria Chiara, volasempre più in alto, orgoglio di San Giovanni Rotondo.

Pietro Urbano

Seguici sui nostri social

Lascia un Commento

Da altre categorie