00:00:00
25 Apr

L’architetto e designer Sangiovannese Giuseppe Pio d’Altilia al Salone del Mobile 2019

Dal 9 al 14 Aprile si svolgerà a Milano il Salone del Mobile 2019, manifestazione internazionale punto di riferimento per il settore dell’arredo e del design.

 

L’architetto e designer sangiovannese Giuseppe Pio d’Altilia, non nuovo a queste manifestazione di grande respiro, sarà protagonista con dei prodotti disegnati per l’azienda pugliese TrackDesign, brand che fa dell’acciaio corten il suo punto di forza.

Tavolo leggero

 

Il design è stato per me quasi una scoperta perché non avendo un corso dedicato nel percorso studi all’Università non avrei avuto modo di buttarmici dentro se non fossi stato spinto dalla curiosità.

Curiosità nata quando ho scoperto l’utilità del foro presente sul blocco in marmo della lampada ARCO dei fratelli Castiglioni che mi ha portato, nel tempo libero, ad analizzare e studiare vari oggetti di design per capirne le caratteristiche e i dettagli. Il mio approccio naturalmente era ed è legato ad una visione “da architetto”, quindi pensare ad un oggetto come ad un’architettura in miniatura” ci dice.

Seguono sperimentazione e partecipazione a concorsi di design nazionali ed internazionali che lo portano a conseguire riconoscimenti di rilievo.

“L’aspetto che accomuna tutti i miei progetti è la volontà di esaltare il materiale riducendo e, se possibile, eliminando il superfluo.

Penso che un oggetto raggiunga la piena bellezza quando nella sua semplicità riesce a coniugare l’utilità all’equilibrio formale e materico. Non riesco a pensare alla sedia FOGLIA (uno dei prodotti che ho disegnato per TrackDesign) in un altro materiale per esempio.  

Il mio approccio al progetto, che sia di piccola o grande scala, è molto variegato ed eterogeneo in quanto il percorso creativo non è mai uguale ad un altro.

Prendendo come esempio due miei progetti si evince come il processo creativo sia completamente diverso:

– la lampada FRAC, nata per caso da uno schizzo disegnato male di una villetta che stavo progettando e dalla quale configurazione grezza e amorfa ho poi sviluppato il progetto della lampada basato su un gioco di metafore;

– la sedia FOGLIA, permea di un percorso più “maturo” legato alla conoscenza delle tecnologie di lavorazione dell’azienda, attraverso le quali lavorare un foglio in Corten come se fosse un vero e proprio origami” ci confida.

Gli chiediamo quale sia una frase che lo rappresenti:

“ASCOLTARE PER ESPRIMERSI è il mio motto, dove il verbo ascoltare non si riferisce solo ed esclusivamente a saper cogliere a pieno una esigenza da parte del committente e/o cliente, ma in maniera più ampia vuole rappresentare un modo aperto di porsi verso una sensazione, emozione, e qualsiasi cosa da cui possa poi maturare una idea, anche in maniera imprevedibile.”

L’appuntamento quindi è a Fiera Milano – Rho, Hall 12 – Stand F 10 per chi volesse provare e toccare con mano i suoi prodotti oppure sul sito www.trackdesign.net/it/ per visionarli.

 

 

 

 

 

Seguici sui nostri social

Da altre categorie