00:00:00
18 Aug

La storia di Mario, “il morto che è risorto”, diventa un caso nazionale

È diventato ormai un caso nazionale la storia di Mario Lo Conte, 74enne di Montecalvo Irpino dato “per morto” ma risvegliatosi prima del funerale. L’uomo è ora ricoverato in Casa Sollievo della Sofferenza, circondato dalle cure del personale sanitario e dalla curiosità di chi vuole capire di più della sua vicenda. “L’uomo, intervistato dalle maggiori emittenti nazionali, ha raccontato: “Ero andato a fare la spesa in paese, avevo avuto un malore ed ero stato trasportato in ospedale ad Ariano Irpino. Poi però il medico aveva detto di riportarmi a casa perché per me non c’era più nulla da fare”. Tanto che ai parenti non era rimasto altro che organizzare la veglia funebre ed i funerali dell’uomo. “Ma all’improvviso, come mi hanno raccontato poi i miei familiari, mi sono rialzato”.

Quindi, si è ritrovato in un letto dell’ospedale di San Giovanni Rotondo, dove era stato portato. “Credo, e non voglio essere presuntuoso, che Dio mi abbia fatto la grazia”. In attesa di poter essere dimesso e di poter tornare alla sua casa. Stavolta, con le sue gambe e circondato dai sorrisi e dall’affetto dei propri familiari e non tra le lacrime di disperazione.

Seguici sui nostri social

Da altre categorie