00:00:00
26 Mar

Gli appuntamenti per la festa dell’Epifania a San Giovanni Rotondo

Delineati gli appuntamenti per la giornata di domani, 6 gennaio, chiusura delle feste di Natale. S’inizia alle 8.30 con la “Camminata della Befana”, organizzata dall’associazione dilettantistica Polisportiva Sangiovannese, con raduno e partenza alle 8.30 al Parco del Papa. Il cammino comprende un tratto di territorio compreso  “dalla costa per Valle Scura fino a Monte Nero” e rientro, con pranzo presso Villa S. Pietro (adesioni al 368.3826125). La camminata è una iniziativa rientrante nell’anno dedicato al cammino lento per favorire nuove esperienze di viaggio, a stretto contatto con la natura e il paesaggio.

Si prosegue con il tradizionale appuntamento della “Befana in piazza”, giunto alla sua undicesima edizione, organizzato dallo Speleo Club Sperone e dall’Avis cittadina. Appuntamento alle 10.30 in piazza 28 luglio (in caso di cattive condizioni meteo la manifestazione si svolgerà in località Pozzo Cavo).

Il 6 gennaio è anche l’ultimo giorno per visitare Il Presepe a grandezza naturale allestito nel chiostro comunale.

L’esposizione artistica del Presepe è stata una iniziativa dell’amministrazione comunale che ha voluto recuperare l’allestimento di un’opera tra le più belle e significative del Gargano dedicate alla Natività. L’opera, realizzata da Edo Design in collaborazione con Matteo Trotta, maestro cartapestaio di Manfredonia, da alcuni anni era custodita in un deposito comunale e non più fruibile al pubblico. Grazie all’interesse dell’amministrazione comunale è stata restaurata e allestita nel chiostro comunale.

La creazione del Presepe in cartapesta, rappresenta la dimostrazione di un’antica arte che rimanda all’abilità artigianale di modellare la carta e altri materiali.  Un tipo di lavorazione che si rifà ad antiche tradizioni, creando pezzi unici e di assoluto rigore della fattura. La scenografia è interamente creata con il polistirolo e ogni blocco è stato “sapientemente lavorato, intagliato, invecchiato e colorato con colori naturali, ottenendo un effetto estetico di impatto e di realismo”.

«Rendere di nuovo fruibile un’opera unica nel suo genere è un modo per ricordare la grande capacità tecnica dei nostri artigiani e omaggiare il senso vero del Natale. La rappresentazione artistica della Natività, a grandezza naturale, è simbolo di un sentimento che supera l’aspetto estetico per avvicinarci all’essenza di un evento che ha segnato la storia della nostra civiltà e che si rinnova ogni anno quale messaggio di fratellanza e vicinanza tra gli uomini di buona volontà», evidenzia il sindaco Costanzo Cascavilla che continua: «Si chiude questa parentesi dedicata alle festività natalizie, vorrei ringraziare quanti si sono impegnati per organizzare eventi e manifestazioni che hanno animato piazze, strade e vicoli, anche del centro storico, con grande partecipazione di gente. Mi preme anche ringraziare tutti le associazioni di volontariato che si sono adoperate per la riuscita degli eventi e anche l’Assoalbergatori, la Confcommercio e il Duc che hanno contribuito agli allestimenti e agli addobbi natalizi.»

Seguici sui nostri social

Da altre categorie