00:00:00
18 Aug

Scampati per un soffio alla strage dell’11 settembre…

Avatar
11 Settembre 2018
2545 Views

Tutti ricordano dov’erano l’11 settembre. Quella data ha segnato la vita di tutti noi cambiando, anche a distanza di migliaia di chilometri, abitudini di vita, modi di pensare.

Le immagini delle Twin Towers in fumo prima e completamente rase al suolo poi, continuano ad accompagnarci: non le dimenticheremo mai!

Lo stesso si può dire di P., originaria di San Giovanni Rotondo ma ora residente in altra zona d’Italia, che, se il destino, il fato, la Provvidenza, non l’avessero aiutata, assieme a suo marito, sicuramente sarebbe finita tra quel conteggio dei morti che ancora oggi, a distanza di 17 anni, continua ad aggiornarsi.

P. (per sua espressa volontà non comunichiamo il nome), da poco sposata, l’11 settembre 2001 doveva trovarsi sulla Torre Nord. La prima ad essere colpita. In viaggio di nozze, P. e suo marito avevano scelto la Grande Mela per riposarsi dalle fatiche del matrimonio e una delle prime tappe erano proprio le Torri Gemelle.

Appuntamento alle 9.00 dell’11 settembre per ammirare lo skyline newyorkese da uno dei punti più belli del mondo, dall’alto di uno dei grattacieli simbolo di Manhattan. Ma una telefonata dall’Italia, la mattina dell’11 settembre, prima di partire, li trattiene in albergo, con la richiesta di rinviare la visita e posticiparla alle 15.00.

Nel frattempo, mentre P. e suo marito decidono la nuova destinazione della mattinata, l’aereo dell’American Airlines termina la sua corsa contro quel grattacielo che avrebbe dovuto ospitarli…. il resto della storia, purtroppo, lo conosciamo tutti.

Seguici sui nostri social

Da altre categorie