00:00:00
22 Feb

Dalla Somalia a Casa Sollievo della Sofferenza grazie ad un corridoio umanitario

E’ giunto, questa mattina, all’aeroporto di Fiumicino, proveniente da Addis Abeba, un nuovo gruppo di profughi rifugiati in Etiopia provenienti dal Corno d’Africa (somali, sud sudanesi, eritrei) . Il loro ingresso in Italia è stato reso possibile grazie ad un accordo firmato dalla Conferenza Episcopale Italiana (che agisce attraverso Caritas Italiana e Fondazione Migrantes) e dalla Comunità di Sant’Egidio, insieme allo Stato italiano.

Saranno accolti in diverse regioni italiane (tra cui Lazio, Puglia, Liguria, Emilia Romagna e Sicilia) dove sono state già attivate le strutture sanitarie per le persone bisognose di cure (come il Bambino Gesù di Roma, il Gaslini di Genova e la Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo) e predisposti i servizi di integrazione attraverso l’apprendimento della lingua italiana, la scolarizzazione dei minori e un rapporto costante con famiglie e realtà presenti sul territorio.

Dieci di loro, tre nuclei famigliari provenienti dalla Somalia, risiederanno a San Giovanni Rotondo, presso il Centro di Accoglienza “Santa Maria delle Grazie”, in attesa di iniziare i percorsi di cura presso la Casa Sollievo della Sofferenza, dato che alcuni di loro hanno bisogno di assistenza sanitaria per malattie aggravate da precarie condizioni di vita nei campi profughi e in alloggi di fortuna.

Seguici sui nostri social

Da altre categorie