00:00:00
19 Jul

I riti della Settimana Santa a San Giovanni Rotondo

Con la domenica delle Palme è iniziata la Settimana Santa che avrà il suo cuore nelle giornate di giovedì, venerdì e sabato per concludersi con la domenica di Pasqua, l’1 aprile.

Tutte le parrocchie hanno ricordato l’ingresso in Gerusalemme di Gesù con il rito della benedizione dei rami d’ulivo. Suggestivo, come sempre, il rito celebrato nel Santuario di Padre Pio dove il Rettore, fr. Francesco Dileo, ha percorso il tragitto dalla chiesa di Santa Maria delle Grazie alla chiesa di San Pio dove ha poi celebrato la Santa Messa.

A partire da mercoledì si entrerà nel vivo degli appuntamenti. Alle ore 17 nella Cattedrale di Manfredonia, mons. Michele Castoro celebrerà la messa del Crisma, cui parteciperà tutto il presbiterio della diocesi. I sacerdoti, dopo l’omelia del vescovo, rinnoveranno le promesse fatte nel giorno della loro ordinazione sacerdotale. Durante la celebrazione il vescovo benedirà, inoltre, gli olii santi: il crisma, l’olio dei catecumeni e l’olio degli infermi.

Il giovedì sera, in ogni chiesa della città saranno allestiti gli altari della reposizione, al termine della messa in Coena Domini, per permettere le visite dei fedeli.  Il venerdì santo, giorno di astinenza e digiuno, in ogni chiesa si svolgerà l’adorazione della Croce: durante la celebrazione i fedeli saranno chiamati a baciare l’immagine del Cristo Crocifisso. Al tramonto, la suggestiva processione dell’immagine della Madonna Addolorata che percorrerà le strade della città per andare incontro al suo Figlio morto. Toccante ed emozionante il momento dell’incontro che avviene in corso Umberto I, nei pressi del Palazzo di Città.

Il venerdì santo si chiude nel silenzio più totale, silenzio che si prolungherà per tutta la giornata di sabato (unico giorno dell’anno in cui non si celebrano eucaristie) fino alla veglia pasquale, in cui si attende la Resurrezione di Cristo, accolta a suon di campane in festa.

Seguici sui nostri social

Da altre categorie