00:00:00
16 Nov

Il Foggia espugna Chiavari: sofferto 2-1 in casa dell’Entella

“I rossoneri vanno avanti con Kragl e Mazzeo, accorcia La Mantia. La traversa salva il Foggia”

ENTELLA – FOGGIA 0 2 31’ Kragl (F), 58’ Mazzeo (F), 87’ La Mantia (E)

ENTELLA (4-3-3) Iacobucci; Belli, Pellizzer, Ceccarelli, Brivio; Acampora (74’ Nizzetto), Di Paola, Crimi; Gatto (56’ Diaw (57’ Currarino)), La Mantia, De Luca. A disposizione: Paron, Massolo, De Santis, Nizzetto, Eramo, Benedetti, Ardizzone, Diaw, Aliji, Currarino, Baraye, Aramu.

Allenatore: Alfredo Aglietti

FOGGIA (3-5-2) Guarna; Loiacono, Tonucci, Camporese; Gerbo (90’ Martinelli), Agnelli, Greco (70’ Scaglia), Deli, Kragl; Mazzeo, Nicastro (74’ Beretta). A disposizione: Tarolli, Figliomeni, Fedato, Beretta, Duhamell, Martinelli, Gerbo, Floriano, Celli, Ramè, Scaglia, Calabresi.

Allenatore: Giovanni Stroppa

Pomeriggio uggioso qui a Chiavari, temperatura bassa e cielo coperto che nasconde un sole pallido. Dopo una settimana burrascosa, il Foggia lascia per un momento carte, giudici e tribunali, per rigettarsi a capofitto sul campionato dove servono come il pane punti importanti in chiave salvezza. Dello stesso parere sono i padroni di casa dell’Entella che albergano in classifica appena due lunghezze sopra i satanelli. Tante novità di formazione per la formazione allenata da Aglietti, ben quattro, mentre per i satanelli le novità sono Deli e Gerbo che partiranno dal primo minuto nel centrocampo a cinque orchestrato da Stroppa.

Primi minuti di sostanziale equilibrio, con le due squadre che però non rinunciano a giocare palla a terra. Al 12’ ci prova per prima l’Entella con La Mantia ma la sua conclusione termina debole tra le braccia di Guarna. Il Foggia alza i ritmi e arreca il primo pericolo alla porta di Iacobucci con Mazzeo, il quale al 16’ impegna severamente l’estremo difensore ligure che si rifugia in angolo. Al 19’ Greco perde un pallone sanguinoso in fase di disimpegno, ma Gatto non ne approfitta e sciupa malamente l’azione. Al 30’ arriva anche il primo ammonito del match, si tratta di Ceccarelli, difensore centrale ligure che ferma in maniera antisportiva una potenziale occasione del Foggia. Al 31’ il Foggia passa in vantaggio!!! Conclusione al limite dell’impossibile di Olver Kragl che da distanza siderale scaglia un missile all’incrocio dei pali della porta di Iacobucci. Al 36’ i rossoneri potrebbero raddoppiare con Agnelli, ma il suo tiro sibila alla destra del palo. Dopo un minuto di recupero termina la prima frazione con il Foggia in vantaggio per 1-0.

Il secondo tempo si apre senza novità di formazione. A 55’ Deli sciupa una ghiottissima occasione davanti Iacobucci. Girandola di sostituzioni tra le fila dell’Entella: Gatto abbandona il campo in favore di Diaw, il quale dopo 40’’ dal suo ingresso in campo si infortunia e lascia il posto a Currarino. Al 58’ il Foggia raddoppia!! Kragl dalla sinistra pesca Mazzeo in area che anticipa il difensore avversario e deposita in rete sotto il settore occupato dai supporters rossoneri giunti dalle regioni del nord Italia. C’è spazio anche per Scaglia che al 70’ prende il posto di Greco e anche per Beretta che al 74’ subentra in luogo di Nicastro. Il Foggia abbassa incredibilmente il baricentro ed inizia a subire le iniziative degli avversari. La Mantia ci prova di testa al minuto 77’ ma la palla esce di un nulla. All’85’ ancora La Mantia impegna Guarna sul suo palo, ma quest’ultimo si supera e manda in angolo. Al terzo tentativo La Mantia accorcia le distanze al minuto 87’, depositando in rete indisturbato al centro dell’area. Parte l’assalto dei padroni di casa. L’arbitro concede 4’ di recupero. Al 94’ incredibile occasione per pareggiare per l’Entella: La Mantia ancora una volta arpiona di testa al centro dell’area ma la palla sbatte incredibilmente contro la traversa, sulla ribattuta Iacobucci, giunto in area per l’occasione, trova l’opposizione della muraglia rossonera sui quali si infrangono i sogni di rimonta dei liguri.

Si chiude così il match con il Foggia che espugna Chiavari con tanta sofferenza e trova punti fondamentali per la salvezza, portandosi momentaneamente fuori dalla zona playout.

Domenico Perna / Claudio Mischitelli

Possono interressarti

La chiesa Madre di San Giovanni Rotondo oggi celebra il bicentenario dalla dedicazione a San Leonardo
Cultura e Spettacolo
317 views
Cultura e Spettacolo
317 views

La chiesa Madre di San Giovanni Rotondo oggi celebra il bicentenario dalla dedicazione a San Leonardo

redazione - 15 novembre 2018

Oggi la chiesa Madre  celebra il bicentenario dalla dedicazione a San Leonardo e l'inizio dell'anno giubilare. Programma religioso di giovedì 15/11/2018 : ore 17.30 Santo Rosario ore…

Buon compleanno, San Giovanni Rotondo
Territorio e Turismo
4346 views
Territorio e Turismo
4346 views

Buon compleanno, San Giovanni Rotondo

redazione - 14 novembre 2018

di Leonardo Fania "Nel mese di novembre 1095 il Conte normanno Enrico di Monte Sant’Angelo emise un decreto in cui per la prima volta si parla del…

A gennaio l’insediamento ufficiale di padre Franco Moscone, nuovo Arcivescovo di Manfredonia – Vieste – San Giovanni Rotondo
Territorio e Turismo
555 views
Territorio e Turismo
555 views

A gennaio l’insediamento ufficiale di padre Franco Moscone, nuovo Arcivescovo di Manfredonia – Vieste – San Giovanni Rotondo

redazione - 13 novembre 2018

Comincia il conto alla rovescia per l'ingresso ufficiale del nuovo vescovo di Manfredonia - Vieste - San Giovanni Rotondo, padre Franco Moscone. Come è ben noto, papa…

Da altre categorie